Sinodiano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sinodiano
Dati militari
Grado Catapano d'Italia
Nemici storici Ribelli Normanni

[senza fonte]

voci di militari presenti su Wikipedia

Sinodiano (... – XI secolo) fu il catapano d'Italia dal febbraio del 1042 fino all'aprile 1042.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Sinodiano fu nominato catapano dall'imperatore bizantino Michele V Calafato (1041-1042), visto che il catapano Exaugusto Boioannes era stato imprigionato dai Normanni, il 3 settembre 1041 a seguito della battaglia di Montepeloso. Egli arrivò in Italia nel febbraio del 1042, periodo in cui fu rilasciato Exagusto, ma ora mai era lui il nuovo catapano. Egli immediatamente chiese ai ribelli la consegna di tutte le città pugliesi che erano state strappate all'impero bizantino, iniziò a creare un esercito per riconquistarle. Non sappiamo come mai solo due mesi dopo (aprile) fu richiamato dall'imperatrice Zoe, che era diventata unica sovrana con la morte di Michele, al suo posto diventò catapano Giorgio Maniace. Da questo momento in poi non abbiamo più notizie di Sinodiano.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (FR) Chalandon, Ferdinand. Histoire de la domination normande en Italie et en Sicilie. Paris, 1907.
  • Vera von Falkenhausen, La dominazione bizantina nell'Italia meridionale dal IX all'XI secolo, Bari 1978.
  • Adele Cilento, Bisanzio in Sicilia e nel sud dell'Italia, Magnus Edizioni SpA, Udine, 2005, ISBN 88-7057-196-3
Predecessore Catapani d'Italia Successore Double-headed eagle of the Greek Orthodox Church.svg
Exaugusto Boioannes 1042 Giorgio Maniace
Bisanzio Portale Bisanzio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Bisanzio