Sinocentrismo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Paesi in cui Caratteri cinesi sono stati/sono utilizzati per scrivere le lingue ufficiali / dominante:
Verde scuro - caratteri cinesi tradizionali utilizzati esclusivamente o quasi esclusivamente Macao Macau e Hong Kong Hong Kong)
Verde medio - caratteri cinesi semplificati utilizzati formalmente, ma i caratteri tradizionali continuano ad essere ampiamente utilizzato (Singapore Singapore and Malesia Malesia)
Verde - caratteri cinesi semplificati utilizzati esclusivamente o quasi esclusivamente (Cina Cina continentale)
Verde chiaro - caratteri cinesi utilizzata in combinazione con altri sistemi di scrittura nella stessa lingua (Corea del Sud Corea del Sud e Giappone Giappone)
Giallo chiaro - caratteri cinesi una volta erano usati nella lingua ufficiale, ma non viene utilizzato alcun altro (Mongolia Mongolia, Corea del Nord Corea del Nord e Vietnam Vietnam)

Il Sinocentrismo ( cinese semplificato 中国中心主义, cinese tradizionale 中國中心主義, Pinyin Zhōngguó zhōngxīn zhǔyì) si riferisce all'antica idea che la Cina era il centro culturale del mondo[1]

Descrizione e contesto[modifica | modifica sorgente]

A seconda del contesto storico, il sinocentrismo può riferirsi sia al etnocentrismo delle persone cinesi Han e la cultura Han, o il moderno concetto di Zhonghua minzu. Era popolare tra le élite cinesi sin dalla dinastia Qing, ma non più tra i cinesi a oggi.[1]

In epoche pre-moderne, è spesso presa la forma di visualizzazione della Cina come la più avanzata civiltà nel mondo, in contrapposizione ai gruppi etnici esterni o le nazioni straniere come incivili a vari livelli Questa distinzione è conosciuta in cinese come il distinzione Hua-Yi.[2][3] In tempi moderni, a volte può assumere la forma di supremazia di base cinese rispetto alle altre nazioni.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Beneath the Facade of China in School of Contemporary Chinese Studies, NG8 1BB, May 30, 2007.
  2. ^ von Falkenhausen (1999), 544.
  3. ^ Shelach (1999), 222-23.