Sinister (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sinister
Sinister (film).png
Ethan Hawke in una scena del film.
Titolo originale Sinister
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 2012
Durata 110 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,35:1
Genere orrore, thriller, crimine
Regia Scott Derrickson
Sceneggiatura Scott Derrickson, C. Robert Cargill
Produttore Jason Blum, Brian Kavanaugh-Jones
Produttori associati: Jessica Hall, Bailey Conway, Jeanette Volturno-Brill, Rick A. Osako
Produttore esecutivo Scott Derrickson, Charles Layton
Casa di produzione IM Global, Automatik Entertainment, Blumhouse Productions, Possessed Pictures
Distribuzione (Italia) Koch Media
Fotografia Christopher Norr
Montaggio Frédéric Thoraval
Musiche Christopher Young
Scenografia David Brisbin
Costumi Abby O'Sullivan
Trucco Lauzanne Nel, Dawn Tunnell
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Sinister è un film del 2012 scritto e diretto da Scott Derrickson.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Ellison Oswalt, uno scrittore di storie vere di cronaca nera, divenuto celebre dieci anni prima con il libro Kentucky Blood ma ormai scivolato nell'anonimato, alla ricerca di un nuovo successo si trasferisce a King County, Pennsylvania, con la moglie Tracy e i figli Trevor e Ashley, a loro insaputa proprio nella casa dove solo un anno prima è avvenuto il terribile fatto di sangue di cui vorrebbe scrivere: la morte per impiccagione di quattro membri della famiglia Stevenson e la scomparsa della figlia più piccola, Stephanie.

Si rende conto di essersi imbattuto in una storia persino più importante di quanto sperasse quando in soffitta trova una scatola di filmini amatoriali in super8, che non solo mostrano sorprendentemente l'omicidio degli Stevenson, presumibilmente ripreso dalla persona che l'ha commesso, ma addirittura altri quattro orrendi assassinii multipli, il più vecchio dei quali risale alla metà degli anni sessanta. Nelle pellicole si intravede anche una misteriosa figura dal volto cadaverico, indicata in alcuni disegni infantili che trova ancora in soffitta come Mr. Boogie.

Convinto di avere fra le mani l'occasione della vita, non comunica alle autorità la sua scoperta e ignora alcuni inquietanti segnali, come gli incubi e gli episodi di sonnambulismo di Trevor. Con l'aiuto di un agente della polizia locale suo fan raccoglie informazioni sugli omicidi, differenti per luoghi (Sacramento, Orange County, St. Louis...) e modalità (annegamento in piscina, incendio in auto, sgozzamento a letto...), accomunati però dal fatto che ogni volta venga colpita un'intera famiglia ma ne scompaia il membro più giovane e dalla presenza sulla scena del crimine di un simbolo esoterico, che un professore universitario esperto di occulto associa ad un'entità pagana risalente all'epoca babilonese, Bughuul, «il mangiatore di bambini».

In tutti i filmati, Oswalt nota un elemento comune: la presenza sulla scena del crimine di un individuo misterioso, dai capelli neri e il volto completamente bianco come se portasse una maschera. Il professor Jonas, tramite videochat, racconta allo scrittore ciò che si sa su Bughuul: esso sarebbe un'antica divinità babilonese che si nutre delle anime dei bambini per preservare l'immortalità. Per fare ciò, egli attrae i bambini nel suo reame, via dal mondo fisico. Ciò che il professore non rivelerà in tempo a Oswald è che Bughuul accede al nostro mondo tramite le raffigurazioni di se stesso.

Con il passare del tempo Ellison, pur non credendo affatto al paranormale, subisce l'atmosfera inquietante che grava sulla casa e percepisce presenze sovrannaturali. Quando infine giunge a vedere in soffitta i bambini scomparsi e Mr. Boogie, distrugge i super8 e scappa da quel luogo maledetto. Ma è troppo tardi per la salvezza: lo scrittore proiettando i super8 ha permesso che quelle immagini creassero una porta di accesso per Bughuul e portando la propria famiglia nella casa degli Stevenson l'ha involontariamente inserita in una sequenza di morte perché gli omicidi sono collegati dal fatto che ogni famiglia ha vissuto nella casa dov'è avvenuto il delitto precedente. È la piccola Ashley, posseduta dall'entità malefica come gli altri bambini prima di lei, a trucidare genitori e fratello, a colpi d'accetta, per poi scomparire nella pellicola con Mr. Boogie.

La scatola di home movies, arricchita da una nuova sanguinosa bobina, attende le prossime vittime. L'ultimo secondo è, inoltre, un colpo di scena inaspettato. Uno spavento prima dei titoli di coda...

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese iniziano il 19 settembre 2011 e si concludono il 25 ottobre seguente[1].

Insieme all'inizio delle riprese, arrivano le firme di Ethan Hawke e Juliet Rylance[2].

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo trailer del film viene pubblicato il 14 giugno 2012[3].

Viene presentato al South by Southwest l'11 marzo 2012[4]. La première britannica avviene al London FrightFest Film Festival[5], mentre quella spagnola avviene al Sitges - Festival internazionale del cinema fantastico della Catalogna[6].

La pellicola viene distribuita nelle sale cinematografiche britanniche il 5 ottobre 2012 ed in quelle americane il 12 ottobre[7].

In Italia il film è stato distribuito da Koch Media a partire dal 14 marzo 2013.

Divieti[modifica | modifica wikitesto]

Negli Stati Uniti il film è stato vietato ai minori di 17 anni non accompagnati da un adulto, in Italia è stato vietato ai minori di 14 anni, in Germania ai minori di 16 anni, in Francia ai minori di 12 anni e nel Regno Unito ai minori di 15 anni[8].

DVD e Blu-ray[modifica | modifica wikitesto]

Il DVD in Italia è stato distribuito in edizione slipcase con custodia in formato Amaray così come il Blu-ray. Il DVD, come immagine principale, ha il poster originale, con due critiche positive. Il Blu-ray, come immagine ha una bambina che segna di stare zitti, accanto ad Ethan Hawke ed in basso si intravede la scatola di film, con solo una delle due critiche positive presenti nel DVD. L'immagine della custodia è diversa da quella a slipcase. Nel DVD è presente un disegno della famiglia impiccata con il titolo del film, in alto e girando la custodia si nota la pellicola con sei immagini riguardanti i film in Super 8, con sopra la descrizione di Bughuul. Nel Blu-ray, invece, nella custodia c'è come immagine il simbolo e girando la custodia ci sono le stesse cose del DVD. L'immagine del disco in entrambi è il filmato Super 8 in stampa traslucida. Contiene:

  • Menù animati
  • 12 scene
  • Lingue in italiano 5.1, italiano DTS, inglese 5.1 e sottotitoli in italiano per i non udenti
  • Trailer italiano
  • Spot per la televisione di 30 secondi
  • Spot per la televisione di 15 secondi
  • Dietro le quinte
  • Interviste a Jason Blum, Ethan Hawke, Brian Kavanaugh Jones e Robert Cargill
  • Interviste ai doppiatori italiani Francesco Bulckaen, Massimo Rossi, Vittoria Bartolomei, Stella Musy
  • L'esperimento

L'esperimento[modifica | modifica wikitesto]

È stato fatto un esperimento dal professore Brendan Walker, direttore del Thrill Laboratory, che, assieme ai suoi aiutanti, ha fatto un'anteprima speciale di Sinister ad un gruppo di persone con attaccati cavi che attraverso un computer faranno capire quanto il battito cardiaco della persona a cui sono attaccati stia salendo, ovvero quanto quella persona abbia paura. Alla fine, sono stati chiamati cinque ragazzi: quello che ha avuto meno paura di tutti, il secondo che ha avuto meno paura di tutti, il terzo che si è spaventato di più, il secondo che si è spaventato di più e infine quello che è risultato essere il più pauroso di tutti. Questo esperimento è stato fatto prima che il film venisse mandato al cinema e, visto che il battito ha avuto diversi picchi alti a tutti i ragazzi presenti nella sala, il film è vietato ai cardiopatici. Si può anche andare su Twitter sull'hashtag #SurviveSinister, dopo aver visto il film, dove possono sentire il tuo battito cardiaco e misurarlo, per capire se hai avuto paura o meno. Questo esperimento è presente nei contenuti speciali del DVD e del Blu-Ray del film.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Riprese film, hd-trailers.net. URL consultato il 20-09-2012.
  2. ^ (EN) Attori, dreadcentral.com. URL consultato il 20-09-2012.
  3. ^ (EN) Trailer film, hd-trailers.net. URL consultato il 20-09-2012.
  4. ^ (EN) Presentazione film, hd-trailers.net. URL consultato il 20-09-2012.
  5. ^ (EN) Prima britannica, bloody-disgusting.com. URL consultato il 20-09-2012.
  6. ^ (EN) Sitges 2012 line-up Prima spagnola, joblo.com. URL consultato il 20-09-2012.
  7. ^ (EN) Release film, hd-trailers.net. URL consultato il 20-09-2012.
  8. ^ (EN) Rating film, hd-trailers.net. URL consultato il 20-09-2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema