Sini (Piziocante)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Teseo e Sini. Tondo di un kylix Attico a figure rosse, 490-480 a.C., Monaco, Staatliche Antikensammlungen.

Sini (anche Sinis, o Siris), figura della mitologia greca, era detto anche “Piziocante” (colui che piega i pini) per il modo con cui uccideva le sue vittime. Aveva, infatti, l'abitudine di legare i viandanti alle cime di due alberi di pino ancorate a terra da alcune corde; una volta tagliate le corde, gli alberi tornavano nella loro posizione originale, straziando il corpo del malcapitato; in alternativa, dopo aver piegato un pino, chiedeva aiuto a un viandante e improvvisamente, fingendo di venir chiamato, ne liberava la cima in modo che l’albero, catapultandolo, lo uccideva.

Era figlio di Polipèmone e Sylea. Sull’istmo di Corinto, si imbatté in Teseo, che ebbe la meglio su di lui, usando la sua stessa tecnica. Sua figlia, Perigune, fu sedotta dall'assassino del padre e ne ebbe un figlio, Melanippo.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca