Sinfonia n. 6 (Mahler)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sinfonia n. 6
Compositore Gustav Mahler
Tonalità La minore
Tipo di composizione sinfonia
Epoca di composizione 1903-1904, revisione 1906
Prima esecuzione Essen, 27 maggio 1906
Durata media 80 minuti
Organico

Legni:
ottavino, 4 flauti (flauti 3 e 4 anche ottavino), 4 oboi (oboi 3 e 4 anche corno inglese), 4 clarinetti, clarinetto basso, clarinetto piccolo, 4 fagotti, controfagotto
Ottoni:
8 corni, 6 trombe, 4 tromboni, tuba
Percussioni:
timpani (2 esecutori[1]), piatti, grancassa, tamburo[2], tamburello, tam-tam, triangolo, glockenspiel, xilofono, celesta, 2 campane, campanaccio, martello[3]
Corde:
arpa, violino I e II, viola, violoncello, contrabbasso

Movimenti

I Allegro energico, ma non troppo. Heftig, aber markig.
II Andante moderato
III Scherzo: Wuchtig
IV Finale: Sostenuto - Allegro moderato - Allegro energico

La Sinfonia n. 6 in La minore di Gustav Mahler fu composta fra il 1903 ed il 1904 e rivista nel 1906. La prima esecuzione ebbe luogo ad Essen in Germania il 27 maggio 1906, diretta dal compositore stesso. La Sinfonia è conosciuta comunemente come Tragica (titolo che non si deve però a Mahler). I suoi quattro tempi presentano un'unità tonale del tutto inconsueta nell'autore: ben tre movimenti su quattro, infatti, sono nella tonalità di impianto. È anche l'unica sinfonia mahleriana a terminare con un movimento in tonalità minore (tutte le altre sinfonie, anche le più drammatiche, presentano un finale "positivo", come la Prima o la Quinta, o quanto meno sereno, come le tre sinfonie del Wunderhorn o la Nona).

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

La sinfonia è suddivisa, come detto, in quattro movimenti, tuttavia l'ordine dei due movimenti centrali rimane in dubbio. In occasione della prima esecuzione, lo Scherzo si trovava in seconda posizione, prima dell'Andante: poi Mahler cambiò idea ed invertì i due movimenti. Tuttavia, nel 1907, l'ultima volta in cui ebbe l'opportunità di dirigere la Sinfonia, l'autore stesso ristabilì l'ordine originario, che è quello ancor oggi più frequentemente proposto dai direttori d'orchestra. Per questo, anche le edizioni critiche della Sesta sino in tempi recenti hanno inserito lo Scherzo prima dell'Andante moderato, anche se di recente la Fondazione Kaplan ha sostenuto che l'ordine corretto dovrebbe prevedere l'Andante in seconda posizione.

Ecco comunque l'elenco dei movimenti:

  • Allegro energico, ma non troppo. Heftig, aber markig.
  • Scherzo: Wuchtig
  • Andante moderato
  • Finale: Sostenuto - Allegro moderato - Allegro energico

La durata della sinfonia è di circa 80 minuti.

Da sottolineare particolarmente che il primo movimento è in forma sonata, ed è forse l'unico caso in cui Mahler tratti questa forma musicale in maniera sostanzialmente ortodossa, al punto che è previsto anche (come era tradizione soprattutto al tempo di Mozart e Beethoven) il ritornello dell'esposizione. Meno conforme alle "regole scolastiche" è il rapporto tonale fra i due temi principali, rispettivamente in La minore e Fa maggiore (secondo le consuetudini il secondo tema dovrebbe essere nella relativa maggiore, e quindi in questo caso in Do maggiore). Mentre il primo tema, introdotto da una serie di note gravi ribattute, ha carattere cupo e drammatico, il secondo tema ha carattere gioioso: questa melodia è nota come Tema di Alma perché Mahler stesso disse che in essa aveva cercato di riassumere il carattere della moglie Alma.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 4 timpani per il primo esecutore, due per il secondo
  2. ^ L'uso di 2 o più tamburi in alcuni momenti della sinfonia è divenuto pratica abbastanza comune nelle esecuzioni, benché ciò non sia previsto dalla partitura.
  3. ^ Presente solo nell'ultimo movimento. Mahler non ha specificato che genere di superficie debba colpire il martello, lasciando così una certa libertà nelle esecuzioni.
musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica