Condicio sine qua non

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Sine qua non)

Condicio sine qua non è una frase latina, dal significato letterale: "condizione senza la quale non [si può verificare un evento]".

La frase è generalmente usata per indicare un vincolo considerato irrinunciabile: ad esempio, "Condicio sine qua non perché io accetti la presidenza è che gli attuali candidati si ritirino".

Si usa spesso anche la versione, errata dal punto di vista linguistico, conditio sine qua non: nel latino classico, infatti, "conditio,-onis" (con la prima "i" corta, perché derivante dal verbo "condo", cioè fondare, istituire) significa appunto "fondazione", "creazione" (come nella locuzione latina ab Urbe condita, vale a dire dalla fondazione della Città), oppure (con la prima "i" lunga perché derivante da "condio", ovvero condire, mettere in salamoia, rendere gustoso) "conservazione" (di frutti) e "preparazione" (di cibi), mentre "condicio,-onis" significa "accordo", "patto" o appunto "situazione", "qualità", "condizione" (poiché deriva dal verbo "condico", il quale significa appunto accordarsi, stabilire insieme). La grafia conditio è attestata [1] a partire dal medioevo e ricorre in diverse opere letterarie successive.

La locuzione è diffusa anche in ambito legale, quando a qualche contratto, atto o scrittura in genere, si appone una clausola, una condizione, con l'aggiunta "sine qua, non", cioè condizione e clausola essenziale, senza la cui osservanza il contratto o atto stesso diventa nullo.

In materia di diritto penale l'espressione conditio sine qua non identifica una teoria, detta anche teoria della equivalenza delle condizioni, formulata da Neil ed integrata dal noto criminalista tedesco Von Buri nel 1873, secondo cui è causa di un evento ogni antecedente senza il quale, alla stregua di una valutazione ex post, l'evento stesso non si sarebbe verificato.

Utilizzo nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

  • Renato Dall'Ara, presidente del Bologna Calcio dal 1934 al 1964, era solito usare il latino, talvolta scorrettamente. È rimasta storica una sua frase: "E si ricordi per ogni evenienza sine qua non, siamo qua noi!"
  • Davide Paolini, giornalista e conduttore del programma Il gastronauta su radio 24 saluta sempre con la frase sine qua non, ma con scherzoso riferimento al modo con cui l'aveva usato Renato Dall'Ara e non nel suo significato latino.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Condicio or conditio sine qua non

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

lingua latina Portale Lingua latina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di lingua latina