Sindrome di Waterhouse-Friderichsen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni qui riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico: leggi le avvertenze.
Sindrome di Waterhouse-Friderichsen
Malattia rara
Codici di classificazione
ICD-9-CM (EN) 036.3
ICD-10 (EN) A39.1, E35.1

La Sindrome di Waterhouse-Friderichsen è una rara ma pericolosa patologia caratterizzata da insufficienza surrenalica secondaria a:

Può verificarsi in qualunque età, anche se mostra una maggiore incidenza in età infantile, l'origine dell'emorragia surrenalica è incerta anche se potrebbe essere attribuita alla crescita diretta dei batteri nei piccoli vasi del surrene, allo sviluppo di una coagulazione intravascolare disseminata, alla vasculite da endotossina o da qualche vasculite da ipersensibilità. Qualunque sia l'origine i surreni diventano dei sacchetti di sangue coagulato, con cancellazione della precedente struttura. All'istologia si rileva che l'emorragia inizia nella midollare in prossimità dei sinusoidi venosi a pareti sottili, dopo si estende perifericamente verso la corteccia, spesso risparmiando delle isole di cellule corticali ben riconoscibili. Se la patologia viene rapidamente riconosciuta e trattata efficacemente con antibiotici, la guarigione è possibile anche se il quadro clinico è molto compromesso, altrimenti il paziente muore nel giro di pochi giorni o addirittura di poche ore.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Robbins e Cotran, Le Basi Patologiche delle Malattie, Ed. Elsevier e Masson.
medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina