Sindiwe Magona

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Sindiwe Magona (Transkei, 1943) è una scrittrice sudafricana.

È cresciuta nei sobborghi di Città del Capo ed ha avuto una giovinezza difficile, ricordata nei suoi scritti: difficoltà che comprendono studi per corrispondenza, single con tre figli da allevare, nessuna residenza fissa e lavoro da domestica. Malgrado tutto questo si è laureata all'università del Sudafrica e ha svolto un master in scienze dell'organizzazione sociale del lavoro presso la Columbia University.

Il suo impegno politico e sociale è tale che nel 1976 viene nominata membro del Tribunale Internazionale per i crimini contro le donne, a Bruxelles.

Nel 1977 è tra le dieci finaliste per il Woman of the year Award.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

immagine del nastrino non ancora presente Ordine di Ikhamanga in Bronzo
«Per i suoi altissimi meriti nella letteratura e nella drammaturgia e per l'uso della penna come arma nella lotta per la pace, per il cambiamento sociale e per la libertà.»
— 27 aprile 2011[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sito web della Presidenza della Repubblica: dettaglio decorato.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 41921020