Sinagoga di Bova Marina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sinagoga di Bova Marina
Stato Italia Italia
Regione Calabria
Località Bova Marina
Religione Ebraismo
Stile architettonico Ellenistico-romano
Completamento IV secolo

La sinagoga di Bova Marina è uno dei rari esempi di sinagoga di periodo romano, i cui resti siano stati rinvenuti in Italia.

L'edificio[modifica | modifica wikitesto]

Durante i lavori di ammodernamento della strada statale lungo la vallata del torrente San Pasquale vennero casualmente alla luce nel 1986 i resti di una sinagoga del IV secolo. Il sito è quello di un piccolo villaggio sulla costa ionica da identificarsi con ogni probabilità con l'antica Scyle.

L'edificio era formato da due ambienti quadrati, il primo con funzione di vestibolo. Nella sala si preserva il pavimento a mosaico che entro un bordo con motivo di foglie e frutti contiene sedici riquadri con disegni geometrici (la rosetta e ll cosiddetto "nodo di Salomone)" che lasciano spazio ai simboli della menorà (al centro), dell'ethrog e dal ramo di palma (a destra) e dello shofar (a sinistra).[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Annie Sacerdoti, Guida all'Italia ebraica, Marietti, Genova 1986.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]