Sinagoga Ben Ezra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 30°00′20.86″N 31°13′51.68″E / 30.005794°N 31.231022°E30.005794; 31.231022

Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Sinagoga Ben Ezra

La sinagoga Ben Ezra (ebraico בית כנסת בן עזרא, in arabo: معبد بن عزرا, Maʿbad ben ʿIzrā), talvolta chiamata sinagoga al-Geniza (ebraico בית כנסת אל גניזה), è situata nella Cairo copta (Egitto).

Secondo la tradizione locale, essa sorge sul sito dove il piccolo Mosè fu ritrovato.
Nel 1115, il rabbino Abraham ibn ‛Ezra venne da Gerusalemme in Egitto e si recò suoi luoghi dove la tradizione diceva fosse Mosé e Geremia prima di lui, avevano pregato. Chiese allora al patriarca copto Alessandro 56° che la sinagoga locale fosse restituita alla comunità ebraica e il patriarca lo informò che le autorità fatimidi pretendevano la cospicua cifra di annuale di 20 000 dinar. L'accordo, malgrado una cifra oggettivamente esagerata, fu raggiunto.

Si tratta della sinagoga nella cui geniza è stato trovato nel XIX secolo un tesoro documentario di 200.000 fogli, foglietti e frammenti di manoscritti in caratteri ebraici, arabi e in lingua giudeo-araba, per lo più cartacei, dimenticati e sfuggiti al rituale interramento. Tale tesoro è stato a suo tempo portato a Cambridge per iniziativa di Solomon Schechter (andando a costituire la Taylor-Schechter Collection), ma una parte dei documenti è stato poi accolto anche nella Università di Princeton. Su di essi ha compiuto i suoi fondamentali studi, tutt'altro che esaustivi vista la mole immensa della documentazione, il grande orientalista Shlomo Dov Goitein, affiancato da Jacob Lassner, a lui legato scientificamente, per quanto sia impossibile definirlo un suo discepolo stricto sensu.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • S. Shaked, A tentative bibliography of Geniza documents, Paris-The Hague, Mouton, 1964.
  • S. D. Goitein, "The Documents of the Cairo Geniza as a source for Mediterranean social history", in Journal of American Oriental Studies, LXXX (1960), pp. 91-100.
  • Idem, A Mediterranean Society: The Jewish Communities of the Arab World as Portrayed in the Documents of the Cairo Geniza, 6 voll., Berkeley, University of California Press, 1967-1993.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]