Siné

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Maurice Sinet conosciuto con lo pseudonimo di Siné (Parigi, 31 dicembre 1928) è un giornalista, disegnatore e autore satirico francese. Nero, crudele, spietato, sinistro sono aggettivi insufficienti per caratterizzare il suo humour.

Tale è la sua mancanza di tabù, la sua mancanza di riguardo nello scegliere i propri soggetti e nel modo di trattarli. Il ridicolo insito nella magniloquenza, nei buoni sentimenti, nelle istituzioni più consacrate, nei personaggi più rispettabili viene smascherato e sottolineato. Non ha risparmiato papi, né presidenti in carica, né generali, né alcuna umana debolezza (comprese le miserie fisiologiche).

Ad esempio in una sua vignetta mostra un cieco che fa l'autostop ad uno storpio montato su rotelle; sullo sfondo un cartello indica: Lourdes 351 km.

A partire dagli anni cinquanta, il suo successo è stato folgorante, e quasi tutti i giornali francesi, ed anche molti italiani, hanno pubblicato dei Siné.

Le sue vignette sono state spesso raccolte in album come Complaintes sans paroles, Portée de chat, Les Papes, La CIA. Ha anche illustrato il testo ufficiale del Code Pénal.

Nel luglio 2008, in seguito alla pubblicazione di una vignetta riguardante la presunta conversione all'ebraismo di Jean Sarkozy, figlio del presidente francese Nicolas Sarkozy, Siné viene licenziato dalla redazione di Charlie Hebdo per anti-semitismo, scatenando un duro dibattito.

A fine agosto 2008 annuncia la nascita del suo giornale satirico, Siné Hebdo (che riprende il nome del suo ex settimanale). L'anno dopo la rivista è in edicola, distribuita molto bene, esce il mercoledì contemporaneamente a Charlie Hebdo. Dai relativi articoli risulta che tra le due testate c'è un rapporto amichevole. Nel 2010 il settimanale Siné Hebdo termina le pubblicazioni per lasciare il posto al mensile Siné mensuel, meno legato all'attualità politica e più alla cultura e al costume.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Siné, CIA, Samonà e Savelli, Roma, 1969
  • Siné, Ma vie, mon oeuvre, mon cul!, Casterman, 2002, EAN : 9782203340275

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]