Simone Stortoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Simone Stortoni
Simone Stortoni - Critérium du Dauphiné 2012 - Prologue.jpg
Simone Stortoni al Critérium du Dauphiné 2012
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 169[1] cm
Peso 59[1] kg
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Strada
Squadra Amore & Vita Amore & Vita
Carriera
Squadre di club
2004 Domina Vacanze
2005-2006 Lucchini
2007 Finauto
2008 Lucchini
2009 CSF Group CSF Group
2010-2011 Colnago Colnago
2012-2013 Lampre Lampre
2014 Amore & Vita Amore & Vita
 

Simone Stortoni (Chiaravalle, 7 luglio 1985) è un ciclista su strada italiano, che corre nella Amore e Vita-Selle SMP.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Debutta nel ciclismo nel 1991[1]. Dal 2004 al 2008 gareggia nella categoria dilettanti Elite/Under-23: nel 2004 veste la divisa della Domina Vacanze-Pedale Fermano, corre poi per quattro anni, dal 2005 al 2008, con la Lucchini-Neri di Luca Scinto, cogliendo diversi successi.

Passa professionista nel 2009 con la CSF Group-Navigare di Bruno Reverberi. L'anno successivo partecipa al Giro d'Italia: si mette in luce nell'ottava tappa, quello con arrivo al Terminillo, giungendo al secondo posto alla spalle del danese Chris Anker Sørensen. Nel 2011 va ancora vicino al primo successo da pro: è infatti secondo al Gran Premio Città di Camaiore (battuto in volata da Fabio Taborre) e nella graduatoria generale della Settimana Ciclistica Lombarda.

Nel 2012 si trasferisce alla Lampre-ISD, squadra World Tour; in quella stagione prende parte per la prima volta al Tour de France.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Cronoscalata Gardone Val Trompia-Prati di Caregno
Gran Premio Comune di Cerreto Guidi
Giro del Belvedere
La Bolghera - Trento
Memorial Pigoni Coli
Gran Premio Industrie del Marmo
Gran Premio Industria Commercio Artigianato - Botticino Mattina
Trofeo Fpt Tapparo

Piazzamenti[modifica | modifica sorgente]

Grandi Giri[modifica | modifica sorgente]

2010: 73º
2011: 80º
2013: 56º
2013: ritirato (15ª tappa)

Classiche monumento[modifica | modifica sorgente]

2010: ritirato
2011: 93º

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Stortoni Simone, www.teamlampremerida.com. URL consultato il 20 aprile 2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]