Simone Scatizzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Simone Scatizzi
vescovo della Chiesa cattolica
BishopCoA PioM.svg
Deus ignis ardens
Incarichi ricoperti Vescovo di Fiesole
Vescovo di Pistoia
Nato 26 maggio 1931 a Prato
Ordinato presbitero 29 giugno 1954
Consacrato vescovo 8 settembre 1977 dal vescovo Pietro Fiordelli
Deceduto 27 agosto 2010 a Pistoia

Simone Scatizzi (Prato, 26 maggio 1931Pistoia, 27 agosto 2010) è stato un vescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Ricevette l'ordinazione presbiterale il 29 giugno 1954.

Il 1º agosto 1977 venne nominato vescovo di Fiesole. Il 27 maggio 1981 venne trasferito alla sede di Pistoia, mantenendo l'ufficio fino al 4 novembre 2006 quando rassegnò le dimissioni al compimento dei 75 anni di età, come previsto dal diritto canonico, e fu insignito del titolo di vescovo emerito della città.

È conosciuto da molti per la polemica sulle coppie di fatto con il quotidiano la Repubblica che fece nascere un vero caso mediatico che occupò la prima pagina del giornale[1].

Nel febbraio 2010 è di nuovo al centro della cronaca a causa di alcune sue dichiarazioni sull'omosessualità, con le quali ha definito tale orientamento sessuale come «un disordine».[2][3] Il vescovo ha ribadito inoltre che agli omosessuali praticanti e non pentiti non può essere amministrata la comunione.[4] Tali dichiarazioni hanno causato dure contestazioni nei confronti della Chiesa cattolica da parte delle principali associazioni LGBT italiane[3] e di alcuni politici[5]. Arcigay, per bocca del suo presidente Aurelio Mancuso, ha affermato che la confessione cattolica offende la dignità degli omosessuali.[3][4]

Si spense il 27 agosto 2010 attorno all'una e mezza di notte per una malattia ematica. La messa esequiale si tenne il 29 agosto nella cattedrale di Pistoia e fu presieduta dall'arcivescovo di Firenze Giuseppe Betori.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Francesco Merlo. Quell'Italia maschia che il vescovo rimpiange. la Repubblica, 22 luglio 2005, pag. 1.
  2. ^ Alberto Verinetti Rosina, “Niente comunione per omosessuali che ostentano” parole di Mons.Scatizzi, 08 febbraio 2010. URL consultato il 9 agosto 2010.
  3. ^ a b c Marco Pasqua, Un altro vescovo: niente comunione ai gay. Nella comunità è rivolta sul web in La Repubblica, 05 febbraio 2010. URL consultato il 9 agosto 2010.
  4. ^ a b Marco Gasperetti, Ai gay non va data la comunione in Il Corriere della Sera, 06 febbraio 2010, p. 22. URL consultato il 9 agosto 2010.
  5. ^ Franco Grillini in particolare ha affermato che: Gli ex vescovi di Pistoia e di Grosseto dimostrano che la Chiesa cattolica discrimina gli omosessuali. Oggettivamente il Vaticano è in cima alla lista di chi propaganda l'omofobia. Marco Gasperetti, Ai gay non va data la comunione in Il Corriere della Sera, 06 febbraio 2010, p. 22. URL consultato il 9 agosto 2010.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Vescovo di Fiesole Successore BishopCoA PioM.svg
Antonio Bagnoli 1º agosto 1977 - 27 maggio 1981 Luciano Giovannetti
Predecessore Vescovo di Pistoia Successore BishopCoA PioM.svg
Mario Longo Dorni 27 maggio 1981 - 4 novembre 2006 Mansueto Bianchi