Simone Rugiati

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Simone Rugiati

Simone Rugiati (Empoli, 24 maggio 1981) è un cuoco e conduttore televisivo italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Diplomato all’Istituto Alberghiero F. Martini di Montecatini Terme, dopo corsi e stage formativi anche all’estero, lavora come commis in ristoranti toscani. Nel 2002 è alla Hobby & Food di Parma, chef di La mia Cucina; in seguito dirige Buon Appetito e Mangiar Sano[1]. Dopo aver partecipato a La prova del cuoco[2], lavora nelle rubriche Oggi cucino in..., SOS Simone e per il canale Gambero Rosso Channel.

Ha partecipato al videoclip della canzone di Jessica Morlacchi Un bacio senza fine. Ha partecipato alla settima edizione del reality L'isola dei famosi, dove è stato il primo eliminato nella puntata del 3 marzo 2010.

Tiene lezioni di cucina naturale e macrobiotica[3]. È autore anche di diversi libri di cucina. Dal 12 ottobre 2010 conduce su LA7d Cuochi e fiamme, prendendo il posto di Alessandro Borghese. Dal 2010 conduce su Gambero Rosso Channel Io, me e Simone. Dal 2014 conduce "Food Maniac" su La7d.

Nell'estate 2012 diviene concorrente con la fidanzata Malvina Seferi del reality show Pechino Express, condotto da Emanuele Filiberto di Savoia, venendo eliminati in semifinale. Attualmente è single e vive a Milano.

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Libri[modifica | modifica sorgente]

  • Cucina rapida con Licia Cagnoni, Food Editore | 2009
  • Minestre & zuppe con Licia Cagnoni, Food Editore | 2009
  • Pastasciutta con Licia Cagnoni, Food Editore | 2009
  • Il gusto di sedurre. Le ricette e i segreti di uno chef da amare, Rizzoli | 2009
  • Chef and the city. Cucina metropolitana, Kowalski | 2009
  • Verdure & insalate con Licia Cagnoni, Food Editore | 2009
  • Stuzzichini con Licia Cagnoni, Food Editore | 2009
  • Stupire in cucina, Fabbri | 2007
  • Se in cucina c'è Simone... Tanti menu per conquistare in cucina, Food Editore | 2006

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ mondoreality.com
  2. ^ alimentipedia.it
  3. ^ alimentapress.com