Simone I di Lorena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Simone I di Lorena (107613 gennaio 1138) è stato duca di Lorena dal 1115 fino alla sua morte.

Origini[modifica | modifica sorgente]

Egli era il figlio maggiore e successore di Teodorico II e di Edvige di Formbach. Era dunque fratellastro dell'imperatore Lotario III del Sacro Romano Impero e del Conte delle Fiandre Teodorico di Alsazia.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Continuando la politica di amicizia con gli imperatori del Sacro Romano Impero, egli accompagnò l'Imperatore Enrico V alla Dieta di Worms del 1122, dove venne risolta la Lotta per le investiture.

Egli ebbe turbolente relazioni con i vescovati del suo ducato; in particolare si scontrò con Stefano di Bar, Vescovo di Metz, e con Adalberone, Vescovo di Treviri, entrambi alleati del Conte di Bar, che pretendeva la Lorena già ai tempi del padre di Simone. Il padre di Simone aveva l'appoggio del padre di Enrico V, Enrico IV.

Quando Adalberone lo scomunicò, papa Innocenzo II abolì la scomunica. Egli era amico di Bernardo di Chieravalle e fece costruire numerose abbazie nel suo ducato, inclusa quella di Sturzelbronn, nel 1135. Qui venne in seguito spostata la sua tomba, che già si trovava a Saint-Dié.

Discendenza[modifica | modifica sorgente]

Sua moglie era Adelaide († 1158), figlia di Gerardo di Supplinburg, conte di Querfort.

I loro figli furono:

Predecessore Duca di Lorena Successore
Teodorico II 1115-1138
Mattia I

Controllo di autorità VIAF: 81136301

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie