Simon the Sorcerer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Simon the Sorcerer
Simon the Sorcerer.jpg
Screenshot
Sviluppo Adventure Soft
Pubblicazione Adventure Soft
Ideazione Simon Woodroffe
Data di pubblicazione 2 gennaio 1993
Genere Avventura grafica
Modalità di gioco Giocatore singolo
Piattaforma Amiga, Amiga CD32, MS-DOS, RISC OS, iPhone OS
Motore grafico AGOS
Supporto Floppy disk, CD-Rom
Periferiche di input tastiera, mouse, gamepad
Seguito da Simon the Sorcerer II

Simon the Sorcerer è il primo capitolo di una serie di avventure grafiche sviluppato da Adventure Soft e pubblicato nel 1993.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Simon è un teenager come tanti; il suo cane Chippy, un giorno, girovagando per il solaio trova un libro degli incantesimi e Simon, dopo che il cane ha richiamato la sua attenzione, ci dà un'occhiata; cacciandolo via con fare seccato, il libro sbatte e apre involontariamente un portale. Chippy ci entra dentro e Simon gli corre dietro. Simon si trova così catapultato in un mondo magico dove scoprirà di essere egli stesso un mago e si ritroverà costretto a combattere le forze malefiche di Sordid insieme al mago Calypso per permettere poi a quest'ultimo di riportarlo nella sua dimensione.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Il gioco è un'avventura grafica vecchio stile, quello in cui le azioni che potevano essere eseguite andavano selezionate tramite il click del mouse sul verbo corrispettivo presente su schermo; di fatto, il motore Agos su cui era basato il gioco era in tutto e per tutto un clone della prima versione dello Scumm utilizzato dalla LucasArts per le sue prime avventure grafiche (come The Secret of Monkey Island, per fare un esempio).

Il titolo era un'avventura di stampo fantastico con una marcata componente umoristica tendente al cinismo -dovuto in particolare al carattere "spigoloso" del protagonista- che parodiava in maniera più o meno palese tanto favole come Raperonzolo quanto opere letterarie come Il Signore degli Anelli o il ciclo de Le cronache di Narnia. A seconda delle versioni pubblicate il gioco ha cambiato sia la qualità grafica che l'audio, acquisendo con il tempo perfino una parte di doppiaggio inizialmente non presente.

Versioni del gioco[modifica | modifica sorgente]

Versione Amiga[modifica | modifica sorgente]

La versione per Amiga venne inizialmente rilasciata con grafica AGA a 256 colori per Amiga 1200 in 9 dischetti; successivamente ne venne diffusa una versione "depotenziata" a 32 colori che potesse girare su Amiga 500 (e con esso sulla maggior parte dei sistemi Amiga in commercio) e dopo ancora venne riedito in CD per l'Amiga CD32 nella versione a 256 colori con però l'aggiunta della traccia parlata.

Versione PC[modifica | modifica sorgente]

Anche la versione pc di Simon the Sorcerer uscì per prima in dischetti e senza doppiaggio ma la versione pc stava su soli tre dischetti. Due anni dopo il gioco venne riedito in CD e venne aggiunta la traccia audio con il doppiaggio, dando l'opzione ai giocatori di scegliere tra i sottotitoli -per chi giocava senz'audio- e la parte doppiata. Il gioco è stato successivamente aggiornato tramite patch per poter funzionare prima con Windows 95/98, poi anche con Windows Me/2000/XP. La versione PC del gioco è anche stata pubblicata in un'unica scatola insieme al suo seguito in formato economico alcuni anni più tardi.

Altre versioni[modifica | modifica sorgente]

Il titolo è stato rilasciato nella versione a 256 colori per Risc OS un sistema operativo poco diffuso della Acorn; anche in questo caso, come già avvenuto per i sistemi Amiga, ne venne realizzata una versione in floppy senza la traccia audio e una versione in cd con traccia audio. Il gioco è stato recentemente riproposto anche per iPhone e iPod Touch insieme al suo seguito Simon the Sorcerer II.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi