Simmetria C

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nella fisica, la simmetria C indica la simmetria delle leggi fisiche rispetto ad una trasformazione di coniugazione di carica. L'elettromagnetismo, la forza di gravità e l'interazione nucleare forte rispettano tale simmetria, mentre ciò non vale per l'interazione debole.

Inversione di carica nell'elettromagnetismo[modifica | modifica sorgente]

Le leggi dell'elettromagnetismo (sia nella sua versione classica che in quella quantistica) come detto in precedenza sono invarianti rispetto ad una trasformazione di carica: ciò significa che, presa una carica q immersa in eventuali campi elettrici o magnetici e sostituita con una carica -q, se si invertono anche le direzioni dei campi elettrici e magnetici agenti su tale carica, non si ha alcuna variazione delle leggi della dinamica che descrivono tale carica. Nel linguaggio della teoria quantistica dei campi, si scrive che:

  1. \psi \rightarrow -i(\bar\psi \gamma^0 \gamma^2)^T
  2. \bar\psi \rightarrow -i(\gamma^0 \gamma^2 \psi)^T
  3. A^\mu \rightarrow -A^\mu

Queste trasformazioni non alterano la chiralità delle particelle.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Fisica Portale Fisica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Fisica