Simia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Simia è uno dei quattro generi in cui Linneo divise l'ordine dei Primates nel suo Systema Naturae, nel 1758: i restanti tre erano Homo, Lemur e Vespertilio[1].

Il genere era un grande contenitore a cui il naturalista svedese ed i suoi accoliti ascrissero tutte le scimmie esistenti, esclusi l'uomo (Homo sapiens) e lo scimpanzé (Homo troglodytes): inizialmente Linneo era più propenso a classificare l'uomo come Simia, ma infine optò per una ridefinizione e l'ascrizione ad un proprio ordine al fine di evitare conflitti con le autorità religiose.
Considerando quindi la classificazione iniziale del genere secondo Linneo (Homo incluso in Simia), il genere era grossomodo l'equivalente all'attuale sottordine degli Haplorrhini.

Mentre i generi Homo, Lemur e Vespertilio sono sopravvissuti anche dopo le varie opere di riclassificazione tassonomica, Simia è invece stato soppresso ufficialmente nel 1929 dalla Commissione Internazionale di Nomenclatura Zoologica: rimane il genere Simias, contenente un'unica specie (rinopiteco di Pagai, Simias concolor).

Nome originale Genere attuale Nome comune
Simia syrichta Tarsius Storr, 1780 Tarsio
Simia jacchus Callithrix Erxleben, 1777 Uistitì
Simia rosalia Leontopithecus Lesson, 1840 Scimmia leonina
Simia oedipus Saguinus Hoffmannsegg, 1807 Edipomida edipo
Simia midas Saguinus Hoffmannsegg, 1807 Tamarino dalle mani gialle
Simia capucina Cebus Erxleben, 1777 Cebo cappuccino
Simia fatuella, Simia apella Cebus Erxleben, 1777 Cebo bruno
Simia sciurea Saimiri Voigt, 1831 Scimmia scoiattolo
Simia pithecia Pithecia Desmarest, 1804 Pitecia
Simia belzebul Alouatta Lacépède, 1799 Aluatta dalle mani rosse
Simia seniculus Alouatta Lacépède, 1799 Aluatta rossa
Simia paniscus Ateles E. Geoffroy, 1806 Scimmia ragno
Simia lagotricha Humboldt, 1812 Lagothrix E. Geoffroy, 1812 Scimmia lanosa
Simia aethiops Chlorocebus Gray, 1870 Cercopiteco verde
Simia sabacea Chlorocebus Gray, 1870 Cercopiteco gialloverde
Simia cephus Cercopithecus Linneo, 1758 (come divisione di Simia) Cefo
Simia diana, Simia faunus Cercopithecus Linneo, 1758 Cercopiteco diana
Simia nictitans Cercopithecus Linneo, 1758 Cercopiteco nasobianco maggiore
Simia nemestrina Macaca Lacépède, 1799 Macaco nemestrino
Simia silenus Macaca Lacépède, 1799 Sileno
Simia sylvanus, Simia inuus Macaca Lacépède, 1799 Bertuccia
Simia hamadryas Papio Erxleben, 1777 Amadriade
Simia cynocephalus Papio Erxleben, 1777 Babbuino giallo
Simia sphinx, Simia maimon Mandrillus Ritgen, 1824 Mandrillo

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The Paleobiology Database. URL consultato il 26 agosto 2006.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Nomenclatura utilizzata da Linneo per i Primati

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi