Silvestro Mazzolini da Prierio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Silvestro Mazzolini da Prierio, in latino Sylvester Prierias (Priero, 1456 o 1457Roma, 1523), è stato un teologo italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Entrò nell'Ordine dei predicatori all'età di quindici anni. Dopo un brillante corso di studi, insegnò teologia a Bologna, Pavia (su invito del senato di Venezia), e a Roma, dove fu invitato dal papa Giulio II nel 1511.

Nel 1515 fu nominato Maestro del Sacro Palazzo, sotto papa Leone X, carica che ricoprì fino alla morte.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Gli scritti del Mazzolini riguardano vari argomenti, dai pianeti ai poteri dei demoni, passando per la storia, l'opera di Tommaso d'Aquino ed il primato papale.

Fu probabilmente il primo teologo ad attaccare pubblicamente la dottrina di Martin Lutero, con il quale ebbe una lunga controversia.

Tra le sue principali opere si possono citare: In theoricas planetarum (Venezia, 1513), Summa Summarum, quæ Sylvestrina dicitur (Roma, 1516), opera che ebbe quaranta riedizioni, Epitoma responsionis ad Lutherum (Perugia, 1519), De juridica et irrefragabili veritate Romanæ Ecclesiæ Romanique Pontificis (Roma, 1520), Errata et argumenta M. Lutheri (Roma, 1520).

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Daniele Trucco, Silvestro Mazzolini da Priero. Storia di un inquisitore cuneese, in «Cuneo Provincia Granda», Anno L, n. 3/4, 2001, pp. 93-96.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 4903823