Silvaplana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Silvaplana
comune
Silvaplana – Stemma
Silvaplana con il Lago di Silvaplana
Silvaplana con il Lago di Silvaplana
Dati amministrativi
Stato Svizzera Svizzera
Cantone Wappen Graubünden matt.svg Grigioni
Distretto Maloggia
Lingue ufficiali Tedesco
Territorio
Coordinate 46°28′N 9°48′E / 46.466667°N 9.8°E46.466667; 9.8 (Silvaplana)Coordinate: 46°28′N 9°48′E / 46.466667°N 9.8°E46.466667; 9.8 (Silvaplana)
Altitudine 1.816 m s.l.m.
Superficie 44,77 km²
Abitanti 967 (2005)
Densità 21,6 ab./km²
Frazioni Champfèr, Surlej
Comuni confinanti Bever, Bivio, Samedan, Sankt Moritz, Sils im Engadin/Segl
Altre informazioni
Cod. postale 7513
Prefisso 081
Fuso orario UTC+1
Codice OFS 3790
Targa GR
Circolo Alta Engadina
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Svizzera
Silvaplana
Silvaplana – Mappa
Sito istituzionale

Silvaplana (Silvaplauna in romancio) è un comune svizzero del Canton Grigioni di 967 abitanti.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Silvaplana è situata in Alta Engadina, sulla sponda sinistra dell'Eno, tra i laghi di Silvaplana e Champfèr. Dista 6 km da Sankt Moritz, 43 km da Chiavenna, 72 km da Coira e 118 km da Lugano. La stazione ferroviaria più vicina è Sankt Moritz. Il passo del Giulia (Julierpass) (2284 m s.l.m.) è situato sul confine con Bivio.

Il punto più elevato del comune è la cima del Piz Güglia (3380 m), sul confine con Sankt Moritz.

Silvaplana, panorama

Lingue[modifica | modifica sorgente]

La maggioranza della popolazione parla tedesco (65,9%), mentre l'italiano è la seconda lingua più diffusa (15,9%) e il romancio la terza (10,6%).

Lingue a Silvaplana
Lingue Censimento 1980 Censimento 1990 Censimento 2000
Numero Percentuale Numero Percentuale Numero Percentuale
tedesco 346 43,80 % 434 60,28 % 602 65,94 %
romancio 207 26,20 % 141 19,58 % 97 10,62 %
italiano 138 17,47 % 127 17,64 % 145 15,88 %
Popolazione 790 100 % 720 100 % 913 100 %

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

Galleria fotografica[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

AA.VV., Storia dei Grigioni, 3 volumi, Collana «Storia dei Grigioni», Edizioni Casagrande, Bellinzona 2000

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]