Sikorsky S-52

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sikorsky S-52
Un Sikorsky S-52-3, ultima evoluzione del modello
Un Sikorsky S-52-3, ultima evoluzione del modello
Descrizione
Tipo elicottero leggero utility
Equipaggio 2
Costruttore Stati Uniti Sikorsky Aircraft Co.
Data primo volo 12 febbraio 1947
Data entrata in servizio aprile 1951
Utilizzatore principale Stati Uniti United States Navy
Altri utilizzatori Stati Uniti United States Army
Stati Uniti United States Marine Corps
Stati Uniti United States Coast Guard
Esemplari 93[1]
Altre varianti Sikorsky S-59
Dimensioni e pesi
Lunghezza 11,95 m
Altezza 2,99 m
Diametro rotore 10,0 m
Peso a vuoto 749 kg
Peso carico 1 226 kg
Capacità 2 Passeggeri
Propulsione
Motore 1 motore boxer a 6 cilindri raffreddato ad aria Franklin 6V6-245-B16F (Franklin O-425-1)
Potenza 186 kW (245 shp)
Prestazioni
Velocità max 176 km/h (95 kt)
Velocità di crociera 154 km/h (83 kt)
Autonomia 668 km (415 mi)
Tangenza 4 724 m (15 500 ft)

[senza fonte]

voci di elicotteri presenti su Wikipedia

Il Sikorsky S-52, denominazione militare HO5S-1, era un elicottero leggero utility prodotto dall'azienda statunitense Sikorsky Aircraft Company negli anni cinquanta ed utilizzato nella sua versione militare da U.S. Navy, U.S. Marines, e U.S. Coast Guard (denominato HO5S-1G).[2]

Storia[modifica | modifica sorgente]

I progetti realizzati da Igor Sikosrsky per l'azienda che portava il suo nome sono stati utilizzati, tranne il VS-300, dalle forze armate statunitensi ma nessuno prima dell'S-52 era stato espressamente richiesto come dotazione con un bando. I primi abbozzi del progetto risalgono alla fine del 1945 e il modello per le prime prove a terra era già pronto nell'estate del 1946.

Il primo prototipo del S-52, al quale era stata assegnata la denominazione H-18, era caratterizzato da una fusoliera a semimonoscocca a classica configurazione "pod & boom", con cabina chiusa a due posti dotata di ampia finestratura anteriore, completata da una trave di coda al cui apice di trovava la deriva che serviva da supporto al rotore di coda bipala. Il rotore principale era un tripala di costruzione, come anche quello di coda, interamente metallica abbinato ad un motore Franklin 6V6-245-B16F (Franklin O-425-1), un 6 cilindri boxer raffreddato ad aria erogante 178 hp (133 kW), lo stesso usato dall'automobile Tucker Torpedo).[2] Il carrello d'atterraggio era fisso, triciclo ed interamente carenato, con la ruota anteriore posizionata sotto al muso e quelle posteriori poste all'apice inferiore di due supporti collegati ai lati della fusoliera, in uno schema tipico della produzione Sikorsky. In questa configurazione volò la prima volta il 12 febbraio 1947.

L'S-52, primo elicottero statunitense a dotarsi di rotore a pale di costruzione interamente metallica,[1][2] si rivelò subito un modello riuscito riuscendo a conquistare nel 1948 diversi primati di altitudine e velocità, tra cui quelli internazionali di 129,6 mph (204,2 km/h) su 2 mi (3 km) lineari, 122,75 mph (197,54 km/h) in un circuito di 1 000 yd (1 km), e l'altitudine di 21,220 ft (6 468 m).[1] Il S-52 è ritenuto a grande maggioranza il primo elicottero che sia riuscito ad effettuare un looping nel 1949 ai comandi di Harold E. Thompson.

Questi successi convinsero l'U.S. Army ad ordinare 4 esemplari chiedendo però che fossero leggermente modificati. Ai modelli così modificati venne assegnata la nuova denominazione S-52-2.

Sviluppo[modifica | modifica sorgente]

L'S-52-2, denominazione militare YH-18A, era una versione caratterizzata da una cabina a quattro posti e motorizzato dall'evoluzione del 6 cilindri in linea originale, che ora assunse la denominazione militare Franklin O-425-1 ed erogante 245 hp (183 kW). Si differenziava inoltre dal precedente per l'adozione di un carrello d'atterraggio a quattro ruote, con le due anteriori poste ai lati della cabina in luogo dell'unica posta sotto il muso. Anche la trave di coda venne leggermente modificata adottando una deriva più aerodinamica e pianetti orizzontali.

Venne richiesto dal U.S. Marine Corps per sostituire i loro ÍO3S.

L'S-52 venne anche utilizzato come base per il monoturbina S-59, che con la denominazione XH-39 si trovò a competere con il Bell UH-1 Iroquois e perdendo il confronto a favore di quest'ultimo. L'S-59 si differenziava, oltre per la diversa scelta di motore, per l'adozione di un nuovo rotore quadripala in luogo dell'originale a tre pale e di un carrello d'atterraggio retrattile a tre ruote.[1]

In tutto vennero prodotti 93 esemplari tra tutte le serie, incluso le iniziali 4 unità realizzate per le prove di valutazione.[1]

Impiego operativo[modifica | modifica sorgente]

La U.S. Navy utilizzò l'S-52 come utility mentre la U.S. Marine Corps lo impiegò per l'osservazione e l'esplorazione del territorio durante la guerra di Corea,[3] dove l'HO3S si rivelò più popolare. Quattro esemplari di S-52 furono valutati dall'United States Army come utility, ridenominandolo H-18, ma non ne furono acquistate quantità significative.[4]

Molti HO5S-1di provenienza militare furono ricostruiti e riconvertiti per l'uso civile, ed una volta ottenuta la certificazione reintrodotti sul mercato dalla Orlando Helicopters, che aveva anche acquistato i ricambi di magazzino dalla Sikorsky. Successivamente la Vertical Aviation Technologies, azienda con sede all'aeroporto Orlando-Sanford in Florida, offre l' "Hummingbird" helicopter un elicottero da autocostruire. Basato sul progetto Sikorsky, utilizza molte componenti dell'originale tra le altre testa rotore, pale, trasmissione, mentre presenta diversità nella linea della cabina di pilotaggio, nella coda e nell'adozione di un più moderno motore Lycoming.[5]

Utilizzatori[modifica | modifica sorgente]

Stati Uniti Stati Uniti

Esemplari attualmente esistenti[modifica | modifica sorgente]

Tra gli S-52 esposti al pubblico si ricordano gli HO5S-1 del U.S. Marine Corps conservati negli Stati Uniti al National Naval Aviation Museum[6][7] di Pensacola, in Florida, ed American Helicopter Museum and Education Center[8] di West Chester, nei dintorni di Philadelphia, Pennsylvania.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e (EN) Norman Polmar e Floyd D., Jr. Kennedy, Military Helicopters of the World (Annapolis, MD: Naval Institute Press, 1981), pag. 288.
  2. ^ a b c (EN) David Donald, ed. Encyclopedia of World Aircraft, (Etobicoke, Ontario: Prospero Books, 1997), pag. 840, "Sikorsky S-52".
  3. ^ Polmar and Kennedy, p.289 caption.
  4. ^ Harding 1990, p.228.
  5. ^ (EN) <!—titolo generato da un bot -->, Vertical Aviation Technologies, Inc. URL consultato il 29-08-2008.
  6. ^ (EN) Aircraft on Display (H-M), http://www.navalaviationmuseum.org. URL consultato il 28-08-2008.
  7. ^ (EN) Brendan Gallagher, Sikorsky HO5S-1 (S-52), http://www.airliners.net. URL consultato il 28-08-2008.
  8. ^ (EN) Bill Maloney, Sikorsky S-52 Helicopter, American Helicopter Museum and Education Center. URL consultato il 28-08-2008.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) FAA Type Data Certificate, Helicopter Specification No. 1H2, rev. 3, July 7, 1961
  • (EN) GAA Rotorcraft Flight Manual for Model S-52-3 Helicopter, Publication No. SA4045-10 Register 2, Sikorsky Aircraft Division of United Aircraft, 1952.
  • (EN) David Donald, ed. Encyclopedia of World Aircraft, p.840, "Sikorsky S-52". Etobicoke, Ontario: Prospero Books, 1997. ISBN 1-85605-375-X.
  • (EN) Stephen Harding, U.S. Army Aircraft Since 1947. Shrewsbury, England: Airlife, 1990. ISBN 1-85310-102-8.
  • (EN) Norman Polmar e Floyd D., Jr. Kennedy, Military Helicopters of the World. Annapolis, MD: Naval Institute Press, 1981. ISBN 0-87021-383-0.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]