Sigmatismo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Il sigmatismo è uno dei difetti di pronuncia del linguaggio (dislalie, disfasie o blesità) più comuni. Il fenomeno è popolarmente chiamato zeppola o S moscia.

Appartiene alle dislalie alveolo-dentali e consiste nell'alterata pronuncia del fonema /s/, oppure nella sua ripetizione o accentuazione. Oltre ai fonemi /s/ e /z/ può riguardare inoltre difetti di pronuncia di /ʃ/, /ʦ/, /ʣ/, /ʧ/ e /ʤ/. Data la particolare complessità di realizzazione di /s/ i sigmatismi rappresentano per lo più le dislalie più frequenti.

Il fonema /s/ si realizza normalmente con un fono ([s]) prodotto dalla corrente d'aria che passa prima lungo un canale sul dorso della lingua e poi tra i denti incisivi superiori e quelli inferiori ravvicinati. Nei casi di mancanza dei denti anteriori o di determinate malocclusioni o malformazioni del palato o della lingua, la pronuncia di /s/ subirà una modifica.

Il sigmatismo si distingue in:

  • interdentale: se si interpone la lingua tra gli incisivi superiori ed inferiori e si produce un fono simile a [θ] (o a [ð] se sonoro);
  • addentale: se si appoggia la punta della lingua contro la superficie posteriore degli incisivi superiori;
  • laterale: se si solleva la punta della lingua verso un lato del palato duro facendo fuoriuscire l'aria dal lato opposto, nel caso di soggetti che mancano dei premolari; il risultato è un fono simile a [ɫ] (o a [ɮ] se sonoro).


medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina