Sigeo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 39°59′24″N 26°10′50″E / 39.99°N 26.180556°E39.99; 26.180556

Mappa della Troade con l'ubicazione della città di Sigeo.
Curly Brackets.svg
A questa voce o sezione va aggiunto il template sinottico {{Sito archeologico}}
Per favore, aggiungi e riempi opportunamente il template e poi rimuovi questo avviso.
Per le altre pagine a cui aggiungere questo template, vedi la relativa categoria.

Sigeo o Sigeion (in greco antico Σίγειον / Sígeion, in latino Sigeum) è stata una città greca situata nella regione della Troade, alla foce del fiume Scamandro (nome attuale Karamenderes).

È stata la prima colonia fondata da Atene, intorno al 610 a.C.; la sua importanza risiedeva nel fatto che fosse un avamposto fisso che garantiva le forniture di grano dalle regioni del mar Nero.[1]

Il sito è stato oggetto dal 2006 di una campagna di scavi portata avanti dall'Università di Tubinga sotto il patrocinio dal Deutsches Archäologisches Instituts.

Cittadini illustri[modifica | modifica wikitesto]

  • Damaste di Sigeo
  • Hegesistrato o Egesistrato di Sigeo (Ἡγησίστρατος), figlio del tiranno ateniese Pisistrato e della concubina Argiva. Venne, a sua volta, fatto tiranno della città di Sigeo per volere del padre. Quando suo fratello Ippia fu espulso da Atene nel 510 a.C. si rifugiò a Sigeo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Dictionnaire de l'Antiquité Oxford, articolo della voce Colonizzazione, I, 3.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]