Siemens Desiro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Siemens Desiro è una famiglia di rotabili per il trasporto locale costruita dalla Siemens.

I Desiro sono treni modulari costruiti in versione elettrica o diesel, e con possibilità di comando multiplo. Vengono prodotti negli stabilimenti di Krefeld-Uerdingen, e provati sul circuito di Wegberg-Wildenrath.

I primi esemplari di Desiro furono gli autotreni serie 642 della Deutsche Bahn, costruiti nel 1999. Successivamente sono state realizzate molte varianti per diverse società ferroviarie europee, e anche per la California.

Desiro Classic[modifica | modifica wikitesto]

Il Desiro Classic è la versione originaria del complesso, prodotta a partire dal 1998 sia in versione elettrica, sia diesel.

Gruppo Immagine Società Anno Quantità Casse Trazione
642
2 VT642 Graefendorf.jpg
Germania Deutsche Bahn e altre società private 1999 305 2 diesel
96
17-buc (1).jpg
Romania Căile Ferate Române 2000 144 2 diesel
MQ
DSB MQ stoptrein van Fredericia naar Odense.jpg
Danimarca Danske Statsbaner e altre società private 2002 28 2 diesel
Siemens Trainguard
Siemens Trainguard Ingolstadt Hbf.jpg
Germania Dispolok 2003 1 2 diesel
5022
5022007 graz.jpg
Austria ÖBB 2003 60 2 diesel
6342
MÁV 6342-004.jpg
Ungheria Magyar Államvasutak 2003 23 2 diesel
660
OSE Baureihe 660.jpg
Grecia Organismos Sidirodromon Ellados 2003 8 2 diesel
10 Bulgaria Bălgarski dăržavni železnici 2005 25 2 diesel
Sprinter
Sprinter at Oceanside.jpg
Stati Uniti North County Transit District 2008 12 2 diesel
EMG 312
SZ312 Postojna.jpg
Slovenia Slovenske železnice 2000 10 a 2 casse (312-0)
20 a 3 casse (312-1)
2 / 3 elettrica
460
OSE Baureihe 460.jpg
Grecia Organismos Sidirodromon Ellados 2000 20 5 elettrica
30
BDZ Baureihe 9452.JPG
Bulgaria Bălgarski dăržavni železnici 2008 15 a 3 casse
10 a 4 casse
3 / 4 elettrica

Desiro UK[modifica | modifica wikitesto]

Questa variante fu sviluppata per il servizio sulle linee del Regno Unito.

Gruppo Immagine Società Anno Quantità Casse Trazione
185
Tpenewclass185.jpg
FirstGroup - TransPennine Express 2005 51 3 diesel
350
350108 at Euston 2.jpg
Central Trains, London Midland 2005 67 4 elettrica
360/1
360111 at Ipswich.jpg
National Express Group 2003 21 4 elettrica
360/2
Class 360201.jpg
Heathrow Connect 2005 5 5 elettrica
380
New train mock-up at Glasgow Central - geograph.org.uk - 1300543.jpg
First ScotRail 2010 38 3 / 4 elettrica
444
444023 at Clapham Junction.JPG
South West Trains 2004 45 5 elettrica
450 South West Trains 2004 127 4 elettrica

Dalla serie 360/2 furono sviluppate due ulteriori versioni per le State Railway of Thailand (SRT)[1].

Gruppo Immagine Società Anno Quantità Casse Trazione
City Line
ARL Bangkok CityLine1.JPG
State Railway of Thailand 2008 5 3 elettrica
Express
ARL Bangkok Express1.JPG
State Railway of Thailand 2008 4 4 elettrica

Desiro ML[modifica | modifica wikitesto]

Il Desiro MainLine (ML) è la variante più recente, per treni a media percorrenza.

Gruppo Immagine Società Anno Quantità Casse Trazione
460
Desiro ML.JPG
Germania Trans regio 2008 17 3 elettrica
AM 08
SNCB 08503 1.jpg
Belgio SNCB 2009-in corso 305 3 elettrica
Lastočka Russia Rossijskie železnye dorogi in corso 294 5 elettrica
 ? Austria Österreichische Bundesbahnen 2011–2015  ? 3  ?

Desiro Double Deck[modifica | modifica wikitesto]

Il primo modello della variante a due piani Desiro Double Deck fu il prototipo serie 445 della Deutsche Bahn, che tuttavia non venne mai immesso in servizio regolare né costruito in serie. Negli anni 2006-2008 venne invece costruita la serie RABe 514 delle Ferrovie Federali Svizzere, utilizzata sulla rete celere di Zurigo.

Gruppo Immagine Società Anno Quantità Casse Trazione
445
Bf Engelsdorf, 445 001 »Meridian«.jpg
Germania Deutsche Bahn 1998 1 3 elettrica
RABe 514
RABe 514 bei Felben-Wellhausen.jpg
Svizzera Ferrovie Federali Svizzere 2006 61 4 elettrica

Desiro City[modifica | modifica wikitesto]

La versione Desiro City verrà costruita nei prossimi anni per la società inglese Thameslink[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bangkok Airport Express to change city travel. Railway Gazette International December 2005.
  2. ^ Pressemitteilung

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]