Sie tötete in Ekstase

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sie tötete in Ekstase
She Killed in Ecstasy.jpg
Mrs. Johnson nel laboratorio del marito
Titolo originale Sie tötete in Ekstase
Lingua originale tedesco
Paese di produzione Germania
Anno 1970
Durata 75 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere dramma, orrore, erotico
Regia Jesús Franco
Soggetto Jesús Franco, William Irish
(libero adattamento non accreditato da The Bride Wore Black)
Sceneggiatura Jesús Franco
Produttore Artur Brauner
Casa di produzione Telecine (Berlino)
Fotografia Manuel Merino
Montaggio Clarissa Ambach
Musiche Manfred Hübler, Siegfried Schwab, Bruno Nicolai
Interpreti e personaggi

Sie tötete in Ekstase (noto anche con il titolo inglese She Killed in Ecstasy) è un film di Jesús Franco con Soledad Miranda.

Il titolo di lavorazione fu Mrs. Hyde. Il film venne girato nell'estate del 1970, parte in Portogallo, parte a Calpe, vicino ad Alicante, dove sorge El Xanadú di Ricardo Bofill (costruito due anni prima, nel 1968), che nella finzione è la casa dei coniugi Johnson.

È il secondo capitolo di una trilogia di film che Franco girò uno dopo l'altro, per il produttore tedesco Artur Brauner, con Soledad Miranda come protagonista e con la colonna sonora tratta da un LP di Manfred Hübler e Siegfried Schwab. Alla loro musica psichedelica si aggiunge solo in questo film quella per orchestra sinfonica e voci composta da Bruno Nicolai e identificata nei titoli di testa come "musica classica".

Il soggetto rielabora con estrema libertà The Bride Wore Black (La sposa era in nero) di William Irish, a cui il regista spagnolo aveva già attinto per Miss Muerte nel 1965.

Edizioni DVD[modifica | modifica sorgente]

Realizzato in DVD con il titolo inglese in Gran Bretagna (Second Sight), Stati Uniti (Synapse, Image) e Giappone, in Italia il film è uscito solo su VHS, in lingua originale con sottotitoli italiani. È noto al pubblico italiano grazie al passaggio televisivo su Fuori orario.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Gian Luca Castoldi, She Killed in Ecstasy, in Succubus 2. Guida al cinema di Jess Franco, Nocturno Dossier allegato a Nocturno Cinema n. 61, Anno XII, agosto 2007, a cura di Roberto Curti e Francesco Cesari, p. 10.
  • (FR) Alain Petit, Manacoa Files IV, Cine-Zine-Zone 120, pp. 191–192.
  • (EN) Lucas Balbo, Peter Blumenstock, Christian Kessler, Tim Lucas, Obsession - The Films of Jess Franco, 1993, p. 79.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]