Sicardo da Cremona

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sicardo da Cremona
vescovo della Chiesa cattolica
BishopCoA PioM.svg
Incarichi ricoperti Vescovo di Cremona
Nato 1155
Ordinato presbitero 1183
Consacrato vescovo 1185
Deceduto 1215

Sicardo (o Siccardo) (1155Cremona, 1215) è stato un vescovo cattolico, storico e scrittore italiano tra il XII secolo ed il XIII secolo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato da famiglia cremonese, presumibilmente dei Casalaschi, studiò diritto a Bologna e Magonza, tornò a Cremona, divenne nel 1183 suddiacono ordinato dal Papa Lucio III, poi divenne Vescovo nel 1185.

Il 18 aprile 1188, Sicardo, vescovo di Cremona, posa la prima pietra di un nuovo castello a difesa di Cremona, un avamposto verso Crema, il Castrum Leonis, oggi Castelleone.

Nel 1203 andò in Oriente al seguito del legato pontificio cardinale Pietro di Capua durante la Quarta crociata si trovò a Costantinopoli. Tornato in patria nel 1205 appoggiò a Cremona Federico II contro Ottone IV di Braunschweig.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Chronica Universalis, una storia universale dalla creazione al 1213, ad essa attinse largamente Salimbene de Adam per la sua Chronica;
  • Summa Canonum (Magonza 1179-1181), raccolta di canoni;
  • Apologia Sichardi, libro contro i suoi detrattori;
  • Mitrale (in 9 libri) opera sulla liturgia ecclesiastica.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo di Cremona Successore BishopCoA PioM.svg
Offredo degli Offredi 11851215 Omobono de Madalberti

Controllo di autorità VIAF: 89736091