Sibilla d'Angiò

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

'Sibilla'd'Angiò [1] (1112 circa – Betania, 1165) fu contessa di Contessa delle Fiandre dal 1134 alla sua morte.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Il regno di Francia alla metà del XII secolo. L'espansione dei Plantageneti, tra il 1144 e la morte di Sibilla.

Era la figlia di Folco il Giovane, conte d'Angiò e conte del Maine e futuro re di Gerusalemme, e di Eremburga, figlia del conte del Maine. Sibilla era sorella di Goffredo il Bello, capostipite dei Plantageneti[2][3].

Secondo il cronista Orderico Vitale, il fidanzamento tra Sibilla e Guglielmo Cliton, nipote del re d'Inghilterra, Enrico I, fu concordato quando Sibilla era ancora bambina; ma Enrico II si oppose arrivando a offrire una notevole quantità d'oro e d'argento al padre di Sibilla[2]. Nel 1123, comunque, Sibilla sposò Guglielmo Cliton, l'unico figlio legittimo del duca di Normandia, Roberto il Corto o Cosciacorta[4] e di Sibilla di Conversano[5].
Nel 1124, in agosto, il matrimonio tra Guglielmo e Sibilla venne annullato da papa Onorio II, su pressione di Enrico I, per consanguineità[2].

Dopo circa dieci anni, Sibilla sposò il nuovo conte delle Fiandre, Teodorico di Alsazia, figlio primogenito del duca di Lorena Teodorico II e della sua seconda moglie, Gertrude delle Fiandre.[6] Teodorico di Alsazia era cugino primo dei precedenti conti delle Fiandre, Baldovino VII e Carlo I.

Nel 1147, lasciato il governo della contea delle Fiandre alla moglie, Sibilla, Teodorico partecipò alla seconda crociata, al seguito del re e della regina di Francia, Luigi VI e Eleonora d'Aquitania, duchessa d'Aquitania.

Teodorico, assieme alla moglie, Sibilla, nel 1157, ritornò in Palestina.
Quando Teodorico, nel 1158, ritornò in Europa, Sibilla decise di rimanere in Terra Santa e di farsi monaca nel monastero di San Lazzaro a Betania[2].

Dopo la morte della sua matrigna, Melisenda di Gerusalemme, nel 1161, Sibilla intervenne nella vita del regno di Gerusalemme[2].

Sibilla morì inel 1265, a Betania, dove fu inumata.

Figli[7][8][modifica | modifica sorgente]

Sibilla a Teodorico diede sette figli:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ In francese Sibylle d'Anjou, in tedesco Sibylle von Anjou, in fiammingo, Sybille van Anjou
  2. ^ a b c d e (EN) Angioini
  3. ^ (EN) II Casa angioina-genealogy
  4. ^ Roberto il Corto o Cosciacorta era figlio del re d'Inghilterra Guglielmo il Conquistatore di Matilde delle Fiandre (1032 - 1083).
  5. ^ Sibilla di Conversano era figlia di Goffredo, conte di Conversano, e di Sichelgaita di Brindisi.
  6. ^ Gertrude della Fiandre era figlia del conte delle Fiandre, Roberto I e di Gertrude di Sassonia, figlia del duca di Sassonia, Bernardo II
  7. ^ (EN) Nobiltà delle Fiandrei
  8. ^ (EN) Casa di Lorena-genealogy

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Charles Lethbridge Kingsford, "Il regno di Gerusalemme, 1099-1291", cap. XXI, vol. IV (La riforma della chiesa e la lotta fra papi e imperatori) della Storia del Mondo Medievale, 1999, pp. 757-782
  • Louis Alphen, "La Francia: Luigi VI e Luigi VII (1108-1180)", cap. XVII, vol. V (Il trionfo del papato e lo sviluppo comunale) della Storia del mondo medievale, 1999, pp. 705-739

Controllo di autorità VIAF: 81454223