Shinkansen Serie E2

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Serie E2
Elettrotreno
Uno Shinkansen Serie E2 in servizio Yamabiko alla stazione di Omiya, dicembre 2003
Uno Shinkansen Serie E2 in servizio Yamabiko alla stazione di Omiya, dicembre 2003
Anni di progettazione anni novanta
Anni di costruzione 1995- 2010
Anni di esercizio 1997 - oggi
Quantità prodotta 502 elementi (53 convogli, di 8 o 10 elementi)
Costruttore Kawasaki Heavy Industries, Hitachi, Nippon Sharyo, Tokyu Car
Diametro ruote motrici 860 mm
Potenza oraria 24 x 300 kW (convogli da 8 elementi), 32 x 300 kW (convogli da 10 elementi)
Potenza continuativa 7,2 MW (convogli da 8 elementi), 9,6 MW (convogli da 10 elementi)
Velocità massima omologata 315 km/h
Alimentazione 25 kV AC 50 Hz (Tōhoku Shinkansen, Jōetsu Shinkansen, Linea Gala-Yuzawa), 25 kV AC 60 Hz (Nagano Shinkansen)
Elementi centrali
Dimensioni 25000 x 3380 x 3700 mm
Capacità 75-100 nelle carrozze standard, 51 nelle Green car, dipende dall'allestimento
Interperno 17500 mm
Passo dei carrelli 2500 mm
Massa vuoto 39,0 t rimorchiate – 46,0 t motorizzate
Elementi di testa
Dimensioni 25700 x 3380 x 3700 mm
Capacità 55 la n°1 (54 sui convogli della sottoserie E2-1000), 64 la n°8 o la n°10
Interperno 17500 mm
Passo dei carrelli 2500 mm
Massa vuoto 39,0 t


Lo Shinkansen Serie E2 è un elettrotreno giapponese per linee veloci (Shinkansen), in servizio presso la compagnia ferroviaria JR East.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Lo Shinkansen Serie E2 effettua servizio sulle linee Tōhoku, Jōetsu e Nagano Shinkansen. Sono tre le tipologie di convoglio: N, a 8 elementi e J, a 10 elementi.

I convogli a 8 elementi furono introdotti nell’autunno 1997 sui servizi Asama sulla Nagano Shinkansen. Su questa linea la velocità di servizio è limitata a 260 km/h.

I convogli J, della sottoserie E2' furono inizialmente costituiti da 8 elementi, e correvano in servizio Yamabiko in combinazione con gli Shinkansen Serie E3 in servizio Komachi fino a Morioka. L’accoppiamento avviene in maniera automatica grazie ad un gancio a scomparsa posto nel muso delle unità di testa. Nel dicembre 1998 poi sono stati introdotti altri quattro convogli per otto corse Asahi sulla Jōetsu Shinkansen. Dal settembre 2002 tutti i convogli sono stati incrementati a 10 elementi, per effettuare i nuovi servizi Hayate (bufera) per Hachinohe a partire dal dicembre 2002.

I convogli della sottoserie E2-1000 sono entrati in servizio sulla Tōhoku Shinkansen dal novembre 2001, dopo vari test. I convogli di questa variante hanno subito alcune migliorie, come i nuovi pantografi monobraccio e nuovi finestrini.

Nell’aprile 2003 il convoglio J56 (quindi non modificato) ha battuto il record giapponese su rotaie di 362 km/h, in una corsa notturna fra Urasa e Niigata, sulla Jōetsu Shinkansen.

Sulla base della serie E2-1000, le ferrovie cinesi hanno ordinato dei convogli simili, denominati CRH2, per servizi veloci impostati a 250, 300 o 350 km/h. Il primo convoglio cinese è arrivato nel marzo 2006.

Descrizione tecnica[modifica | modifica sorgente]

I convogli sono composti da 8 o 10 elementi, di cui 6 o 8 motorizzati. I motori sono degli MT205 asincroni trifase da 300kW l’uno, presenti in quattro esemplari (rodiggio B0’ B0’) su ogni elemento motorizzato. La velocità massima di progetto è di 315 km/h, ma in esercizio non si superano i 275 km/h, a causa dei limiti delle linee. I carrelli hanno un passo di 2500 mm, il diametro delle ruote è di 860 mm. Gli elementi non motorizzati sono quelli di testa e di coda.

I pantografi, tradizionali sulle prime due varianti e monobraccio sulla variante E2-1000, sono presenti sulle carrozze 4 e 6, sia nei convogli a 8 che a 10 elementi. La corrente captata è monofase 25 kV 50Hz, tranne sulla Nagano Shinkansen fra Karuizawa e Nagano, dove la frequenza è di 60 Hz.

Le sistemazione dei sedili è 3+2 nelle carrozze standard e 2+2 nelle Green car (le carrozze di prima classe). Quest’ultima è presente solo sulla penultima carrozza, di 51 posti, cioè la settima o la nona, a seconda della lunghezza del convoglio. A bordo sono presenti macchine automatiche per al vendita di snack.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]