Shin Megami Tensei: Persona 3

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Shin Megami Tensei: Persona 3
Sviluppo Atlus
Pubblicazione Atlus
Serie Megami Tensei
Data di pubblicazione 13 giugno 2006
Genere Videogioco di ruolo alla giapponese
Modalità di gioco Giocatore singolo
Piattaforma Playstation 2, PlayStation Portable
Supporto DVD
Requisiti di sistema Playstation 2, Gamepad e 1 Memory Card
Fascia di età pegi 16+
Periferiche di input Gamepad
Espansioni Persona 3 FES, Persona 3 Portable

Shin Megami Tensei: Persona 3 è un gdr (gioco di ruolo) giapponese, o JRPG (Japanese Role Playing Game), quarto spin-off della celebre saga di videogiochi Megami Tensei prodotta da Atlus. Originariamente pubblicato in Giappone il 13 giugno 2006 esclusivamente per PlayStation 2, il gioco è arrivato il 14 agosto 2007 in Nord America mentre in Italia è stato rilasciato il 29 febbraio 2008 con il titolo ridotto Persona 3. Il grande successo di pubblico[1], assieme ai giudizi più che positivi delle riviste del settore, hanno spinto la casa di produzione a rilasciare il 19 aprile 2007 Persona 3 FES, una versione ampliata e migliorata del gioco, e il 1 novembre 2009 Persona 3 Portable, una versione per PSP (PlayStation Portable).

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il protagonista del gioco è uno studente di scuola superiore (la scelta del nome è a discrezione del giocatore) che si trasferisce nella città dove era cresciuto sino a dieci anni prima, Tatsumi Port Island. Inizia a frequentare la Gekkoukan High School come un normale studente, ma all'improvviso, una notte, nel dormitorio della scuola viene attaccato dagli Shadows, misteriose creature che si cibano delle menti delle persone riducendole allo stato di vegetali. In reazione all'attacco, un insolito potere si risveglia nel ragazzo: la possibilità di evocare un misterioso essere, di nome Orpheus, che sconfigge immediatamente i nemici.

Questi spiriti, i cosiddetti Persona, sono una parte dell'anima di un individuo in grado, se evocati, di materializzarsi sotto forma di umanoidi, mostri o demoni, che combattono per il proprio evocatore. Di solito il metodo di evocazione consiste nello spararsi in testa con un Evoker, una pistola speciale. Il protagonista scopre di non essere l'unico dotato di questo particolare potere; nella sua scuola infatti vi è un gruppo, lo Specialized Extracurricular Execution Squad (SEES) che combatte contro gli Shadows, supportato dal Gruppo Kirijo, una misteriosa azienda gestita dal padre di Mitsuru Kirijo, uno dei membri della squadra. Nel tempo altri personaggi si aggiungono al team andando a creare il gruppo effettivo del gioco, di cui il protagonista diventa il leader.

Il protagonista viene informato dell'esistenza della cosiddetta Dark Hour, un periodo di tempo fra la fine di un giorno e il successivo (mezzanotte e l'una), durante il quale gli Shadow si nutrono delle menti delle persone inconsapevoli: soltanto a poche persone, gli eletti in grado di evocare i Persona, è concesso di opporsi mentre le persone normali sono trasformate in oggetti cristallizzati simili a bare tramite un processo chiamato Transmogrification (una persona in questo stato non è cosciente di niente di ciò che accade nel mondo). Durante la Dark Hour il team penetra in una torre chiamata Tartarus, abitata dagli Shadow. Il protagonista inoltre incontra nella Velvet Room (un regno a metà fra "sogno e realtà", in cui viene trasportato subito dopo il primo risveglio del Persona) Igor, proprietario della stessa, che gli rivela la sua abilità (unica nel genere e nel gruppo SEES) di poter evocare più di un Persona durante la battaglia. Igor sprona inoltre il protagonista a socializzare all'interno della scuola per poter formare quelli che lui chiama Social Links, che influiranno direttamente sull'abilità combattiva del Persona.

Durante una notte di luna piena Tatsumi Port Island è attaccata da uno Shadow molto più potente di quelli finora trovati e sconfitti dentro Tartarus, e il protagonista e i suoi compagni scoprono la vera natura della torre e della Dark Hour. Infatti dieci anni prima il nonno di Mitsuru aveva condotto una serie di esperimenti sugli Shadow per ottenerne l'immenso potere. Tuttavia fallì nel proprio intento, e migliaia di Shadow riuscirono a scappare e ad assemblarsi in creature più grandi e potenti, fino alla formazione dei Dodici Grandi Shadow. Shuji Ikutsuki, presidente del gruppo SEES, rivela allora che se il team riuscirà a sconfiggere i Dodici, il Tartaro e la Dark Hour spariranno per sempre.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Il cast di Persona 3 è molto ricco sia per la quantità di personaggi, sia nei diversi design e caratterizzazioni che contribuiscono a renderli unici.

Membri del SEES[modifica | modifica wikitesto]

Il SEES[2] è un gruppo di studenti che, sotto la copertura di club scolastico, combatte contro le creature chiamate Shadows tramite l'evocazione dei Persona.

Il Protagonista[modifica | modifica wikitesto]

È un personaggio controllato dal giocatore stesso, che gli dà anche un nome nello stile di giochi come Dragon Quest (mentre in Giappone il suo nome è Minato). È un orfano ed è cresciuto a Tatsumi Port Island fino al suo trasferimento dieci anni prima dell'inizio del gioco (epoca in cui morirono i suoi genitori), quando vi fa ritorno per frequentare la Gekkoukan High School. Subito dopo essersi stabilito nel dormitorio viene attaccato dagli Shadows. Questo incidente fa risvegliare la sua abilità di evocare Orpheus, il suo primo Persona. Difatti, a differenza degli altri protagonisti del gioco, Minato è in grado di evocare più di un Persona nelle fasi più avanzate del gioco, e cambiarli durante il combattimento. Grazie a questa sua particolarità viene eletto leader della squadra. È anche l'unico del gruppo in grado di entrare nella Velvet Room, una stanza particolare dove i Persona possono fondersi assieme per dar vita a nuove e più potenti creature.

Verso la metà del gioco Minato apprende che uno Shadow molto potente conosciuto come Death è stato sigillato dentro di lui quando era un bambino. Death ha l'abilità particolare di far incontrare Minato con gli altri dodici grandi Shadows. Una volta sconfitti questi viene creata una nuova creatura chiamata The Appriser con l'abilità di evocare il Nyx, un'entità in grado di distruggere il mondo. Il gruppo combatte contro l'Appriser in cima alla torre Tartarus ma non riesce a fermare del tutto il processo di distruzione del Nyx; Minato decide allora di sacrificarsi per sigillare Nyx e salvare il mondo. Morendo, la sua anima diventa il Great Seal.

Doppiatori: Akira Ishida (versione giapponese), Yuri Lowenthal (versione inglese).

Nella versione manga, il nome completo del protagonista è Minato Arisato. Nell'adattamento cinematografico, il nome completo è Makoto Yuki.

Persona: Il suo primo persona è Orpheus, ma con l'avanzare del gioco potrà arrivare a controllarne oltre 150.

Yukari Takeba[modifica | modifica wikitesto]

Yukari è una compagna di classe del protagonista che vive nel suo stesso dormitorio, ed è la prima ad aggiungersi al gruppo durante il gioco. È un membro del SEES da molto tempo, ma le dure battaglie contro i SEES non hanno mutato il suo carattere forte e la visione positiva della vita. Durante le battaglie usa arco e frecce. Come quasi tutte le co-protagoniste femminili dei giochi di ruolo il suo punto di forza è la forza magica, difatti il suo Persona è specializzato nelle magie di tipo vento e curative. Ha inoltre un rapporto romantico con il protagonista.

Nonostante sia una ragazza allegra e simpatica, a causa del suo difficile passato non permette a nessuno di esserle veramente amico o di penetrare le difese che ha eretto negli anni per difendere se stessa. Per questo all'inizio del gioco ha delle difficoltà a combattere evocando il suo Persona.

Yukari vive da sola da molto tempo, a causa della misteriosa morte del padre qualche anno prima (egli era infatti coinvolto nell'incidente che liberò gli Shadows sul mondo degli umani, anche se questo non viene rivelato se non a metà del gioco) e di una madre che non si cura molto di lei, preferendole il nuovo fidanzato. Anche grazie a questo si avvicina più di ogni altro al protagonista che vive una condizione simile alla sua poiché orfano. Una volta compreso di non essere più la bambina sola e spaventata che era, decide di combattere per se stessa, i suoi amici e la memoria del padre.

Doppiatori: Megumi Toyoguchi (versione giapponese), Michelle Ruff (versione inglese).

Persona: il principale è Io, ma nel corso del gioco si aggiungerà anche Isis.

Junpei Iori[modifica | modifica wikitesto]

Junpei ha il ruolo di miglior amico del protagonista (completando la tipica trade di base dei giochi di ruolo giapponesi, ovvero protagonista maschile, personaggio femminile possibile interesse romantico e miglior amico). Frequenta la stessa classe di Yukari, ed è il primo a parlare con il protagonista dopo il trasferimento nella nuova scuola. Durante la scuola occupa il ruolo di "clown della classe" ma di notte combatte a fianco dei suoi amici come membro a tutti gli effetti del SEES. Quella del clown è infatti solo una maschera per coprire le sue insicurezze. Si punzecchia spesso con Yukari.

La sua arma è un'enorme spada a due mani che usa in realtà più come una mazza da baseball. Il suo Persona è portato per gli attacchi fisici e le magie di fuoco.

Come il protagonista, entra a far parte del SEES solo a inizio del gioco, quando durante la Dark Hour invece di trasformarsi in una bara di cristallo come gli altri resta cosciente e scopre così la sua abilità di evocare il Persona. All'inizio la sua decisione è motivata solo dal fatto che compiendo azioni eroiche può dare un senso alla sua esistenza, invece di essere il clown della classe o il solito perdente. Approfitta del suo ruolo come membro del SEES per compiere marachelle (come non fare i compiti) e per rafforzare la sua autostima, ma diventa presto geloso del talento del protagonista di evocare più di un Persona. Si innamora ricambiato di Chidori, un membro di Strega, un gruppo che contrasta i SEES, e proprio questo amore lo porta a diventare un ragazzo serio e sicuro di sé, fedele verso i suoi amici e la sua amata.

Junpei è il personaggio che più di tutti riflette, nel suo aspetto e nella sua umanità, l'adolescente tipo.

Doppiatori: Toriumi Kosuke (versione giapponese), Vic Mignogna (versione inglese).

Persona: il principale è Hermes, ma nel corso del gioco si aggiungerà anche Trismegistus.

Mitsuru Kirijo[modifica | modifica wikitesto]

Mitsuru è la presidente del consiglio studentesco e la migliore studentessa della scuola. Come rivela il suo cognome, la sua famiglia è la più potente della città e controlla il Kirijo Group. Fa da supporto al gruppo grazie alla sua intelligenza e alle doti di comando. La sua arma è una spada ad una mano, e il suo Persona padroneggia le magie di ghiaccio. È a tutti gli effetti la maga nera più potente del gruppo dopo il protagonista, ma usa spesso anche magie curative.

Ha una grande esperienza come membro del SEES e prima dell'arrivo del protagonista era a tutti gli effetti il leader del gruppo. Non è possibile utilizzarla nel gruppo ad inizio gioco, in quanto ricopre una funzione introduttiva spiegando il sistema di combattimento e dando consigli su come affrontare le battaglie.

Si vergogna del passato della sua famiglia, coinvolta negli incidenti che hanno liberato gli Shadows sul mondo, e nasconde molte informazioni che verranno mano a mano svelate con lo sviluppo della storia. Convinta di aver ereditato i peccati della sua famiglia, si considera l'unica a poter sistemare le cose come forma di redenzione. La sua abilità di evocare un Persona non è naturale, ma è stata artificialmente indotta per consentirle di combattere.

Doppiatori: Rie Tanaka (versione giapponese), Tara Platt (versione inglese).

Persona: il principale è Penthesilea, ma nel corso del gioco si aggiungerà anche Artemisia.

Akihiko Sanada[modifica | modifica wikitesto]

Akihiko è il capitano della squadra di boxe della scuola. Esteriormente appare un adolescente calmo e freddo, ma in realtà è una persona piena di passione e ambizioni. Vede la sua partecipazione al SEES come un modo per allenare se stesso. Usa dei guanti da boxer in battaglia. Il suo Persona può usare magie di tipo elettrico. Non è possibile usarlo all'inizio in quanto il suo braccio è rimasto ferito durante la Dark Hour.

Akihiko è annoverato fra i tre originali fondatori del SEES, assieme a Mitsuro.

Doppiatori: Hikaru Midorikawa (versione giapponese), Liam O'Brien (versione inglese).

Persona: il principale è Polydeuces, ma nel corso del gioco si aggiungerà anche Caesar.

Aigis[modifica | modifica wikitesto]

Aigis è un'androide creata dal Kirijo Group per contrastare gli Shadows e l'unica rimasta del suo genere. In combattimento usa uno svariato assordimento di armi ultra tecnologiche. Una sua abilità particolare è l'"Orgia Mode", una tecnica che le consente di abbattere tutti i limiti e attaccare a piena potenza a costo di saltare il turno di attacco successivo. Il suo Persona è portato per gli attacchi fisici e le magie di supporto.

Doppiatori: Maaya Sakamoto (versione giapponese), Karen Strassman (versione inglese).

Persona: il principale è Palladion, ma nel corso del gioco si aggiungeranno anche Athena e Orpheus.

Koromaru[modifica | modifica wikitesto]

Koromaru è l'unico animale del gioco in grado di evocare un Persona. È un cane il cui padrone, un sacerdote di un tempio shintoista, è morto anni prima in un incidente. Koromaru ogni giorno passeggia da solo sulla strada in cui è morto il padrone. È in grado di controllare il suo Persona tramite uno speciale collare fornitogli dal SEES.

Persona: il principale è Cerberus.

Persona[modifica | modifica wikitesto]

Un Persona è una seconda anima che risiede nelle profondità del cuore umano. È una personalità completamente differente, che emerge quando un individuo deve confrontarsi con un pericolo al di fuori del suo mondo (ad esempio gli Shadows provenienti dalla torre Tartarus). "L'abilità Persona" si riferisce al dono che permette ad un individuo di evocare ed usare il proprio Persona; quelli che sono in grado di farlo, sono conosciuti con il nome di Persona-users. Questa abilità è l'unica speranza dell'umanità per sconfiggere gli Shadow.

I Persona del gioco, sebbene con ovvie differenze, sono stati ispirati dal concetto filosofico di persona.

Tramite la Velvet Room e l'abilità del protagonista di evocare più di un Persona, questi si possono fondere assieme e creare altre entità simili fino a renderne disponibile nel gioco oltre 150 tipi diversi. Il protagonista può inoltre ottenere nuovi Persona vincendo le battaglie durante la Dark Hour.

L'esperienza accumulata in battaglia può rafforzare il Persona; quando sale di livello, le potenzialità di un Persona salgono automaticamente. Raggiunto un certo livello, potranno anche apprendere nuove abilità. Più salirà il livello del Persona-user, più gli HP (punti vita) e SP (punti magia) del Persona cresceranno.

Antagonisti - Strega[modifica | modifica wikitesto]

Il gruppo strega è composto da tre Persona-users, Takaya Sakaki, Jin Shirato e Chidori Yoshino, che usano i Persona e la Dark Hour per il proprio tornaconto personale. Il centro della loro attività è un sito internet, "Revenge Request" dove gli utenti possono richiedere omicidi o altre forme di vendetta che verranno compiute durante la Dark Hour.

Come Mitsuru, i loro Persona non sono un'abilità naturale, ma è stata loro indotta dal Kirijo Group. A causa di ciò devono prendere delle speciali compresse che trattengano i loro stessi Persona dall'ucciderli. La droga ha però un effetto collaterale: alcuni Persona-users artificiali diventano Shadows.

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

L'impostazione del gioco è il suo maggior punto di forza. La storia ha una durata predeterminata basata sull'anno scolastico giapponese che inizia ad aprile e finisce a gennaio, e rispetta fedelmente intermezzi come le vacanze estive. I giorni si dividono in modo rigido partendo dalla mattina trascorsa a scuola, il pomeriggio trascorso con gli amici o in città, il dopo-cena e la sera tardi. Il week-end, i giorni di festa o quelli con qualche manifestazione speciale si svolge in modo diverso, guidando il giocatore tramite percorsi pre-impostati. Al giocatore è lasciata massima libertà su come trascorrere questi lassi di tempo prima delle vere e proprie battaglie, ma fondamentalmente sono mirati all'interazione sociale e al miglioramento delle abilità combattive, due aspetti strettamente interconnessi.

Social link[modifica | modifica wikitesto]

La parte "diurna" del gioco è importante per la coltivazione delle relazioni interpersonali. Andare a scuola, frequentare dei locali o partecipare ad eventi speciali migliora le caratteristiche del protagonista: coraggio, carisma e conoscenza accademica. Migliorando questi fattori, si attivano i Social Link. Vi è un totale di 20 personaggi con cui coltivare delle relazioni, stringendo così rapporti di amicizia, romantici o anche di rivalità rivolgendo al personaggio di turno la frase giusta al momento giusto. I dialoghi si basano sul sistema delle risposte multiple, che possono essere giuste o sbagliate, ed è possibile anche offrire dei regali all'interlocutore.

Reverse Link[modifica | modifica wikitesto]

Se il giocatore sbaglia troppe volte a dare la risposta giusta, il Social Link diventa un Reverse Link, ovvero il rapporto con quel personaggio viene rovinato ed occorre molto tempo per riconquistarsi la sua amicizia.

Velvet Room[modifica | modifica wikitesto]

All'inizio del gioco viene data al giocatore la Velvet Key, un oggetto in grado di aprire una stanza segreta del gioco, la Velvet Room. Igor, proprietario della stanza, è un personaggio predisposto alla fusione dei Persona. È supportato dalla sua assistente Elizabeth, che alle volte chiede al giocatore di compere determinate missioni o di soddisfare qualche richiesta. I Social Link influenzeranno direttamente le statistiche del nuovo Persona: a seconda del livello di Social Link raggiunto dal protagonista, il Persona ottiene esperienza in più.

Sistema di combattimento e Tartaro[modifica | modifica wikitesto]

Persona 3 è un gioco di ruolo con un sistema di combattimento a turni, in cui cioè il giocatore e i nemici devono attendere un periodo di tempo prestabilito prima di attaccare. Il sistema è adottato da molti grandi gdr, come per esempio Final Fantasy X e Dragon Quest. A differenza di questi ultimi, però, gli incontri con i mostri non sono casuali, ma i mostri sono ben visibili nell'area di gioco ed è possibile evitarli o coglierli di sorpresa per iniziare lo scontro con un buon vantaggio (elemento che anticipa le dinamiche di gioco più moderne di Final Fantasy XII e Final Fantasy XIII, che hanno perfezionato questo aspetto). Nel gioco si può controllare direttamente solo un personaggio, il protagonista, mentre gli altri membri del gruppo agiscono secondo ordini elementari impartiti tramite il menu Tattico. Ogni personaggio può attaccare usando un'arma equipaggiata, curare il gruppo con appositi oggetti oppure evocare un Persona.

Nel menu in cui si potranno vedere nel dettaglio le informazioni sul Protagonista e gli altri membri del SEES sarà presente una faccina che mostra la condizione fisica di quel personaggio. Essa può variare tra "Grande", " Buona", "Stanco" e "Malato". Sarà importante monitorare e migliorare le condizioni del personaggio in quanto migliori saranno, maggiore sarà il danno che quello apporterà nelle battaglie nel Tartaro. Il giocatore potrà migliorare le condizioni fisiche del Protagonista facendolo andare a dormire a letto prima la sera, oppure compiendo altre azioni, come andare in bagno oppure farlo addormentare durante le lezioni scolastiche.


All'interno del Tartaro il giocatore si trova a vagare per diversi piani infestati da Shadows. Una volta individuato il nemico e sferrato il primo colpo, si viene "trasportati" da una dissolvenza sullo schermo in una zona specifica per la battaglia, con le caratteristiche grafiche del livello dove i personaggi si trovano. Persona 3 rientra nella categoria dei gdr tattici: infatti la vittoria nelle battaglie dipende dal saper evocare il tipo di Persona giusto a seconda del nemico che si trova davanti, e delle sue debolezze elementali o ai vari attacchi di tipo fisico che si potranno sferrare. L'evocazione "giusta" da diritto ad un colpo in più, e nel caso tutti i nemici vengano colpiti ad una loro deboleza, tutto il gruppo può effettuare un "All-out Attack", in cui entreranno in mischia contro i nemici eliminandoli o gravemente indebolendoli. Alcune volte, poi, quando il giocatore metterà KO uno dei nemici colpendolo al punto debole, un altro personaggio potrà chiedergli di compiere con lui un attacco che stordisce un altro nemico presente sul campo di battaglia. Se invece uno degli Shadow colpirà il giocatore o uno degli altri membri della squadra al proprio punto debole, potrà riattaccare per un secondo turno. Quando gli HP di un personaggio raggiungono lo 0, esso perderà conoscenza e sarà incapace di continuare a combattere, a meno che non verrà rivitalizzato da un oggetto o la mossa di un Persona, oppure lo si porterà via ancora incoscio dal Tartaro e le sue condizioni fisiche passeranno a "Stanco". Se sarà, invece, il Protagonista a perdere la vita, anche se gli altri membri restano ancora in piedi, il gioco terminerà.

Al termine di una battaglia si può ottenere uno "Shuffle Time", sbloccabile ad esempio quando si sconfiggeranno tutti gli Shadow con il Protagonista o con un "All-out Attack", in cui verranno presentati una serie di carte inizialmente scoperte, che in seguito si gireranno e continueranno a mischiarsi finché non se ne pescherà una. Tali carte, a seconda di quella che si sceglie, possono moltiplicare l'esperienza ricevuta dalla battaglia, far ottenere una somma di denaro, recuperare HP per il Protagonista ( o anche per gli altri membri della SEES), ottenere una nuova arma oppure un nuovo Persona da aggiungere a quelli disponibili per il giocatore.

Nei vari piani dell'edificio, inoltre, vi saranno alcuni forzieri in cui poter trovare oggetti oppure denaro, e che possono essere di due tipi: quelli normali, e quelli dorati e che si illuminano entro cui trovare oggetti rari e speciali.

Nei vari settori entro cui è suddiviso il Tartaro vi saranno tipi speciali come quelli dorati che tenteranno sempre di scappare e sparire, e che se catturati e sconfitti faranno ottenere oggetti vendibili e concederanno "Shuffle Time" che faranno guadagnare parecchi soldi. Spesso ci si potrà anche imbattere nel Reaper, un potente Shadow, rappresentazione della Morte, dotato di mosse potenzialmente letali che potrà comparire specialmente se durante un "Shuffle Time" si pescherà una carta contrassegnata da un teschio; i membri di supporto ( Mitsuru e Fuuka) inviteranno sempre il giocatore a non affrontare tale Shadow e scappare. Giunto in alcuni piani speciali dell'edificio si dovranno sfidare Shadow più potenti del solito che fungeranno da guardiani del piano.

Durante le notti di luna piena, inoltre, i membri del SEES si troveranno a confrontarsi con i 12 Shadow principali, ognuno rappresentante uno degli Arcani maggiori, ed anche con un gruppo di personaggi capaci di evocare Persona come loro che si fanno chiamare Strega.

Persona 3 FES[modifica | modifica wikitesto]

Shin Megami Tensei: Persona 3 FES è un'edizione ampliata e migliorata del gioco di base. È usanza in Giappone per i giochi di successo far uscire delle "seconde versioni" degli stessi con l'aggiunta di combattimenti, boss secondari, video oppure nuovi finali. A causa di scelte commerciali difficilmente le "seconde versioni" arrivano nei mercati americani ed europei. Persona 3 FES è un'eccezione. Pubblicato in Giappone il 19 Aprile 2007, in seguito raggiunge l'America e l'Europa rispettivamente il 22 Aprile e il 17 Ottobre del 2008.

La novità principale è l'introduzione di un capitolo di gioco interamente nuovo, una sorta di sequel della storia principale. Dal menù principale il giocatore ha due opzioni: The Journey (la storia originale) e The Answer (il sequel introdotto dalla versione FES). The Journey, pur mantenendo invariate le caratteristiche dell'originale, vede l'introduzione di tanti elementi che rendono più longeva e divertente l'esperienza di gioco, con l'introduzione nuovi Persona da scoprire e creare tramite fusione; nuove richieste da parte di Elizabeth che il giocatore può scegliere di soddisfare ( ottenendo in cambio una somma di denaro o un oggetto speciale come ricompensa) e che lo spingono ad esplorare di nuovo livelli già visitati. Anche fuori dalla Dark Hour vi sono novità: la vita scolastica è arricchita da nuovi eventi e locali dove passare il tempo libero, come la Sala Giochi, tramite cui è possibile potenziare ulteriormente i Persona tramite divertenti mini giochi oppure aumentare una delle caratteristiche principali del Protagonista. Fa, inoltre, la sua comparsa un nuovo Social Link, dell'Arcano dell' Eone, appartenente al personaggio Aigis tramite cui saranno visibili nuove scene e video che portano a scoprire nuovi particolari sulla trama e sui personaggi.

In The Answer sarà proprio Aigis ad essere il personaggio che il giocatore si troverà ad impersonificare e che eredita la possibilità di entrare nella Velvet Room e risveglia il potere della Wild Card, che gli permetterà di portare con sé più Persona contemporaneamente. Il sequel inizia poche settimane dopo la scomparsa del Protagonista,il 31 marzo, all'interno del dormitorio Iwatodai. A causa di un fenomeno di origine sconosciuta non è possibile uscire dall'edificio e inoltre il 31 marzo si ripete all'infinito. Poco dopo fa la sua comparsa Metis, un misterioso androide simile ad Aigis che attaccherà il gruppo e alla fine verrà sconfitta da quella al termine di una battaglia in cui entrambe perdono conoscenza. In seguito Metis rivela loro l'esistenza di un misterioso luogo, causa del fenomeno che li tiene bloccati nel dormitorio a ripetere sempre il medesimo giorno, l' Abisso del Tempo, in cui saranno presenti, come nel Tartaro, Shadow da sconfiggere, e in cui ella si offrirà di accompagnare sia Aigis, che definirà sua sorella, sia gli altri personaggi per scoprire l'origine di tale fenomeno e di quel luogo.

Persona 3 Portable[modifica | modifica wikitesto]

Shin Megami Tensei: Persona 3 Portable è un remake di Persona 3 per PlayStation Portable. È uscito il 1º novembre 2009 in Giappone, mentre in America è successivamente giunto il 6 luglio 2010; in Europa, il gioco è stato pubblicato soltanto il 29 aprile del 2011. La novità principale introdotta dal gioco è la possibilità data al giocatore di impersonare anche una versione femminile del Protagonista. Questa possibilità altererà molti aspetti del gioco, come il sesso di alcuni personaggi secondari ( ed anche quello del Persona originale del Protagonista, Orpheus), la possibilità di aprire Social Link con tutti i membri del SEES e quella di poter scegliere come assistente di Igor al posto di Elizabeth suo fratello Theodore. Anche alcuni motivi musicali cambieranno a seconda della scelta del personaggio maschile o femminile. I doppiatori dei personaggi rimangono gli stessi di Persona 3, ma le scene di intermezzo in stile anime sono sostituite da altre create usando il motore grafico del gioco. Inoltre vi saranno elementi come scene speciali e personaggi, come Yukiko Amagi presi direttamente dal sequel ufficiale di Persona 3, Shin Megami Tensei: Persona 4.

Le dinamiche di gioco di Persona 3 Portable saranno molto differenti rispetto a quelle delle versioni precedenti. Il giocatore esplorando Port Island non si muoverà più direttamente tra i luoghi, ma potrà farlo muovendo un cursore sulla mappa del luogo e interagire con i personaggi ( ridotti in versione sprite ) presenti lì; in alcuni negozi dove far accrescere le caratteristiche principali del Protagonista, sarà possibile anche di tanto in tanto lavorare part-time e guadagnare una certa somma di denaro. Oltre a ciò il gioco eredita ulteriori elementi sviluppati in Persona 3 FES ed anche in Persona 4, in particolare nel sistema di combattimento. Durante le battaglie sarà ora possibile controllare non solo il protagonista, ma anche tutti i membri del gruppo. Inoltre il Protagonista non potrà più equipaggiare ogni arma del gioco, ma potrà solo usare spade ad una mano ( nel caso della versione maschile del protagonista) o naginata ( nel caso di quella femminile). È migliorato anche l'aspetto difensivo, con la possibilità di parare gli attacchi o sacrificare uno dei membri del gruppo per prevenire la morte del leader, prendendo un colpo fatale al suo posto. Ogni Persona che il giocatore può collezionare, inoltre, porterà con sé una Skill Card che, raggiunto un certo livello, successivamente cederà al Protagonista e può insegnare una nuova mossa ad un altro Persona.

Un'altra importante novità è la Vision Quest, in cui sarà possibile accedere al "Deserto delle Porte" dell' Abisso del Tempo di Persona 3 FES e sfidare nuovamente versioni potenziate dei 12 Shadow principali, e al termine di tali battaglie poter sfidare un altro residente della Velvet Room, Margaret.

L'Anime[modifica | modifica wikitesto]

Nel gennaio 2008 in Giappone è stato mandato in onda un anime di ventisei episodi, Persona: Trinity Soul prodotto da Aniplex e animato da A-1 Pictures. Ambientato in un ipotetico universo parallelo dieci anni dopo la fine di Persona 3, la storia inizia nella città di Ayanagi, vicino al mare del Giappone, dove all'epoca della fine del gioco è avvenuto un terribile terremoto. Nel presente sono avvenuti numerosi e misteriosi omicidi che la polizia locale collega ad una misteriosa malattia chiamata "Sindrome dell'Apatia", ma in realtà collegati a strani esperimenti svolti sui Persona. Il protagonista dell'anime, Shin Kanzato, e suo fratello minore Jun si trasferiscono nella casa di Ryo, loro fratello maggiore e capo della polizia locale, che non vedono da dieci anni. L'intera famiglia Kanzato rimarrà coinvolta negli incidenti che riguardano i Persona e Shin stesso diviene in grado di evocare il suo Persona.

Musica[modifica | modifica wikitesto]

La colonna sonora di Persona 3 è interamente composta da Shōji Meguro. I singoli brani sono raccolti in due cd, pubblicati il 9 giugno 2006 da Aniplex. Alcuni brani scelti sono inseriti in un cd extra allegato alla versione americana del gioco. Un album Burn My Dread - Reincarnation: Persona 3 contenente undici brani ri-arrangiati e una versione "estesa" del brano "Burn My Dread", è venduto sul mercato giapponese dal 18 aprile 2007. Persona 3 è il primo videogioco di cui Shōji Meguro ha curato completamente il lato musicale. Ha lavorato anche su Persona 3 FES.

Molti brani di Persona 3 sono stati suonati in due concerti dal vivo sponsorizzati da Aniplex. I due concerti si sono tenuti ad Akasaka il 22 agosto 2008 e a Shinjuku a settembre 2009. È in vendita un DVD del primo concerto, ma solo sul mercato giapponese.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ il gioco ha vinto il premio per "Il Miglior RPG del 2007"
  2. ^ Acronimo di Specialized Extracurricular Execution Squad

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi