Shikishima (corazzata)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Shikishima
La Shikishima in una cartolina del 1905
La Shikishima in una cartolina del 1905
Descrizione generale
Naval Ensign of Japan.svg
Tipo corazzata
Classe Shikishima
Ordinata Programma decennale di espansione del 1896
Cantiere Thames Iron Works, Blackwall
Impostata 29 marzo 1897
Varata 1 novembre 1898
Completata 26 gennaio 1900
Destino finale Smantellata, 1947
Caratteristiche generali
Dislocamento standard: 15.088 t; pieno carico: 15.701
Lunghezza linea di galleggiamento: 126,5 m; globale: 133,5 m
Larghezza 23 m
Pescaggio 8,29 m
Propulsione Motore alternativo a tripla espansione verticale, 2 assi elica; 25 caldaie Belleville;14.500 CV; Carbone 700/1722 t
Velocità 18 nodi  (33,3 km/h)
Autonomia 5000 mn a 10 nodi (5.081 km a 18,5 km/h)
Equipaggio 836
Armamento
Armamento Alla costruzione:
  • 4 pezzi da 12""/40 (305mm) Elswick G su torri binate;
  • 14 pezzi da 6""/40 (152mm) a tiro rapido su affusti singoli;
  • 20 pezzi da 3""/40 (76,2 mm) Elswick su affusti singoli (proiettile da 12 libbre)
  • 6 pezzi da 2,5pdr su affusti singoli;
  • 6 pezzi da 3 pdr su affusti singoli;
  • 5 tubi lanciasiluri da 18"" (450mm)
Corazzatura Acciaio-Nickel Harvey: cintura principale: 101-229mm; cintura superiore: 152mm; ponte:64-102mm; barbette: 203-356mm; Casematte: 51-152mm; torrione: 76-356mm

[senza fonte]

voci di navi presenti su Wikipedia

La Shikishima (敷島?) fu una corazzata classe Shikishima della Marina Imperiale Giapponese impostata il 29 marzo 1897 nel cantiere di Thames Iron Works, Blackwall, varata il 1 novembre 1898 e completata il 26 gennaio 1900

Storia[modifica | modifica sorgente]

In seguito alla prima guerra sino-giapponese (1894-1895 e alla restituzione forzata della penisola di Liaotung alla Cina, in seguito alle pressioni russe (e della Triplice Intervento). Il Giappone iniziò a incrementare la sua forza militare in previsione di confronti militari futuri. In particolare si imbarcò in un programma decennale di rinforzo della flotta con la costruzione di sei corazzate e sei incrociatori corazzati.

La Shikishima venne ordinata ai Thames Iron Works, Great Britain nel 1897. Fu progettata da Phillip Watts e fondamentalmente fu una versione migliorata della classe Majestic di corazzate della Royal Navy.

La Shikishima servì nella guerra russo-giapponese, fu danneggiata nel bombardamento di Port Arthur, combatté nella battaglia del Mar Giallo e in quella di Tsushima, dove subì dieci colpi.

Durante la prima guerra mondiale rimase in acque domestiche. Riattrezzata nel 1919, nel 1921 venne declassata a «Nave di difesa costiera di prima classe» e relegata a incarichi di nave scuola. Venne disarmata in seguito agli accordi del trattato navale di Washington e dal 1923 utilizzata come nave scuola per gli equipaggi di sottomarini. Venne quindi designata come trasporto e radiata dal registro navale, ma rimase a Sasebo come scafo controllo danni, nave alloggio e centro di addestramento.

Scampò ai raid aerei statunitensi e al termine della seconda guerra mondiale era ancora a galla, anche se non più in grado di muoversi. Venne demolita nel 1948.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Tony Gibbons. The Complete Encyclopedia of Battleships and Battlecruisers
  • R.A. Burt. Japanese Battleships, 1897-1945
  • Roger Chesneau, Eugene M. Kolesnik (a cura di). Conway's All the World Fighting's Ships 1860-1905. Londra, Conway Maritime Press Ltd, 1979
marina Portale Marina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di marina