Shijing

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Confucius 02.png
Confucio
CINQUE CLASSICI
Libro dei mutamenti (Yìjīng)
Classico dei versi (Shījīng)
Classico dei documenti (Shūjīng)
Libro dei riti (Lǐjì)
Annali delle primavere e degli autunni (Chūnqiū o Línjīng)
QUATTRO LIBRI
Il grande studio (Dàxué)
Il giusto mezzo (Zhōngyōng)
Dialoghi (Lúnyǔ)
Il Mencio (Mèngzĭ)

Shijing (cinese tradizionale: 詩經; cinese semplificato: 诗经; pinyin: Shījīng), tradotto come Classico dei versi, Classico della poesia, Libro delle odi ecc., è la prima raccolta esistente di poesia cinese. Comprende 305 poesie, alcune scritte presumibilmente nel 1000 a.C.

La raccolta è divisa in tre parti secondo i generi feng, ya e song; il genere ya è a sua volta diviso in piccolo e grande

Cinese (trad./sempl.) Pinyin
風/风 fēng 160 canti popolari (o arie)
小雅 xiǎoyǎ 74 canti festivi minori (odi cantate nelle festività di corte)
大雅 dàyǎ 31 canti festivi maggiori, cantati nelle festività solenni
頌/颂 sòng 40 inni ed eulogie, cantati in occasione dei sacrifici agli dei e agli spiriti degli antenati della famiglia reale

La tradizione confuciana vuole che la raccolta, uno dei Cinque Classici, sia stata curata da Confucio. L'inclusione ufficiale fra i classici risale alla dinastia Han.

Sotto gli Han occidentali, quando gli esemplari esistenti avrebbero dovuto essere distrutti (teoricamente) su ordine dell'imperatore Qin Shi Huandi, tre letterati continuavano a tramandare la versione dello Shi Jing che conoscevano a memoria: Shen Pei (申培; pinyin: Shēn Péi) di Lu, Yuan Gu (轅固/辕固 ; pinyin: Yuán Gù) di Qi et Han Ying (韓嬰/韩婴; pinyin: Hán Yīng) di Yan. Le tre versioni presero quindi il nome di Qi (齊/齐), Lu (魯/鲁), Han (韓/韩).

Alla fine del II secolo a.C., Mao Heng (毛亨; pinyin: Máo Hēng) di Lu consegnò al principe Xian di Hejian (河間獻王/河间献王, pinyin: Héjiān Xiàn Wáng), parente dell’imperatore Wudi e grande collezionista di testi pre-Qin, una versione ritenuta più antica. Annotata da Mao Heng e dal suo discepolo Mao Chang (毛萇/毛苌; pinyin: Máo Cháng) poi dai celebri commentatori di classici Zheng Xuan (鄭玄/郑玄 ; pinyin: zhèng xuán) (dinastia Han orientale) e Kong Yingda (孔穎達/孔颖达 Kǒng Yǐngdá) (dinastia Tang), questa versione è diventata la versione canonica, ed è nota come Mao Shi (毛詩/毛诗).

Il testo scritto più antico dello Shi Jing arrivato fino a noi sono alcuni frammenti risalenti alla dinastia Han, scritti su strisce di bambù, rinvenuti a Fuyang, nella provincia di Anhui.

I poemi sono scritti in versi di quattro caratteri. Le arie seguono lo stile dei canti popolari, ma non è ancora chiaro se si tratti di autentici canti popolari o di imitazioni letterarie. Le odi trattano argomenti storici o legati alla vita di corte, mentre gli inni fondono argomenti storici, mitologici e religiosi.

I tre principali modi di espressione o stili impiegati nei poemi sono fu, bi and xing:

cinese (trad./sempl.) Pinyin
賦(赋) esposizione diretta
confronto esplicito
興(兴) xìng confronto implicito o evocazione

Sommario[modifica | modifica wikitesto]

Serie di poemi Shi Jing '

Guo Feng[modifica | modifica wikitesto]

Guo Feng (cinese trad.: 國風; cinese sempl.: 国风; pinyin: Guófēng)
"Arie degli Stati" poemi 1-160; 160 canti popolari (o arie)
serie nome della serie numero dei poemi
1 周南 Odi della dinastia Zhou e Sud 1-11
2 召南 Odi dello stato di Zhao e Sud 12-25
3 邶風 Odi dello stato di Bei 26-44
4 鄘風 Odi dello stato di Yong 45-54
5 衛風 Odi dello stato di Wei 55-64
6 王風 Odi dello stato di Wang 65-74
7 鄭風 Odi dello stato di Zheng 75-95
8 齊風 Odi dello Stato di Qi 96-106
9 魏風 Odi dello Stato di Wei 107-113
10 唐風 Odi dello Stato di Tang 114-125
11 秦風 Odi dello Stato di Qin 126-135
12 陳風 Odi dello Stato di Chen 136-145
13 檜風 Odi dello Stato di Kuai 146-149
14 曹風 Odi dello Stato di Cao 150-153
15 豳風 Odi dello Stato di Bin 154-160

Xiao Ya[modifica | modifica wikitesto]

Xiao Ya (小雅; pinyin: xiǎoyǎ)
"Odi minori del regno" poemi 161-234; 74 canti festivi minori (o odi) per ogni corte
serie char nome della serie numero dei poemi
1 鹿鳴 之什 Decade di Lu Ming 161-170
2 白華 之什 Decade di Baihua 170-175
3 彤弓 之什 Decade di Tong Gong 175-185
4 祈父 之什 Decade di Qi Fu 185-195
5 小旻 之什 Decade di Xiao Min 195-205
6 北山 之什 Decade di Bei Shan 205-215
7 桑扈 之什 Decade di Sang Hu 215-225
8 都人士 之什 Decade di Du Ren Shi 225-234

Da Ya[modifica | modifica wikitesto]

Da Ya (大雅; pinyin: dàyǎ)
"Odi maggiori del regno" poemi 235-265;
31 canti festivi maggiori (湮捇) per le cerimonie di corte solenni
serie nome della serie numero dei poemi
1 文王之什 Decade di Wen Wang 235-244
2 生民之什 Decade di Sheng Min 245-254
3 蕩之什 Decade di Dang 255-265

Song[modifica | modifica wikitesto]

Song (cinese trad.: 頌; cinese sempl.: 颂; pinyin: sòng)
"Odi del Tempio e dell'Altare" poemi 266-305;
40 inni ed eulogie cantati in occasione dei sacrifici agli dei e agli spiriti
serie char nome della serie numero dei poemi
1 周頌 Odi sacrificali di Zhou 266-296
1a -清廟之什 Decade di Qing Miao 266-275
1b -臣工之什 Decade di Chen Gong 276-285
1c -閔予小子之什 Decade di Min You Xiao Zi 286-296
2 魯頌 Odi di Lu 297-300
3 商頌 Odi sacrificali di Shang 301-305

Traduzioni[modifica | modifica wikitesto]

  • The Book of Odes, in The Sacred Books of China, trad. James Legge, 1879.
  • The Book of Odes, trad. Bernhard Karlgren. Stockholm, The Museum of Far Eastern Antiquities, 1950.
  • The Classic Anthology Defined by Confucius, trad. Ezra Pound. Cambridge, Harvard University Press, 1954.
  • Book of Poetry, trad. Xu Yunchong (許淵沖), a cura di Jiang Shengzhang (姜勝章). Hunan, Hunan chubanshe, 1993.
  • The Book of Songs, trad. Arthur Waley, Joseph R. Allen. New York, Grove Press, 1996.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]