Sheik Yerbouti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sheik Yerbouti
Artista Frank Zappa
Tipo album Studio
Pubblicazione 3 marzo 1979
Durata 70 min : 22 s
Dischi 2 vinili
1 CD
Tracce 18
Genere Rock and roll
Rock
Etichetta Zappa records
Rykodisc
Produttore Frank Zappa
Certificazioni
Dischi d'oro 1
Frank Zappa - cronologia
Album precedente
(1979)
Album successivo
(1979)

Sheik Yerbouti, pubblicato il 3 marzo 1979, è un album di Frank Zappa.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

In netta prevalenza le tracce-base dell'album furono ricavate da registrazioni live del 1977 e del 1978, sovraincise in studio dal compositore italoamericano e dai suoi musicisti[1]. Inizialmente realizzato in formato doppio vinile, il disco è stato successivamente pubblicato il 2 maggio 1995 anche in versione compact disc dalla Rykodisc (cod.cat. RCD 10528)[2].

Il titolo è un gioco di parole, in quanto la sua pronuncia nella lingua inglese è pressoché equivalente a quella di "(Shake, Shake, Shake) Shake Your Booty", un pezzo pubblicato nel 1976 dal gruppo disco KC and the Sunshine Band. La copertina ritrae il volto di Zappa abbigliato con un tipico copricapo arabo.

Sheik Yerbouti è un'opera in perfetto stile zappiano, comprendente humour, improvvisazione e riferimenti satirici. Strutturato da un'unica sequenza di brani legati tra loro, l'album presenta principalmente pezzi eseguiti live, oltre a due registrazioni in studio. Tra i musicisti che hanno partecipato a Sheik Yerbouti, vanno ricordati Adrian Belew, Tommy Mars, Peter Wolf, Terry Bozzio ed Ed Mann.

Sono presenti diverse parodie musicali, in primis la disco music (Dancin' Fool e Baby Snakes), poi Peter Frampton ("I Have Been in You" fa il verso ad "I'm in You"), gli anni cinquanta (Bobby Brown Goes Down), il funk urbano (City of Tiny Lites) e persino il cantato di Dylan (Flakes).

Sheik Yerbouti è l'unico album con il quale Frank Zappa vinse il Grammy Award, ed è anche il suo album più venduto (quarta posizione in Svezia, quinta in Norvegia e sesta in Austria).

Tracce (edizione in vinile)[modifica | modifica wikitesto]

Tutti i brani sono composti da Frank Zappa, eccetto dove indicato:

Lato A
  1. I Have Been in You – 3:33
  2. Flakes – 6:41
  3. Broken Hearts Are for Assholes – 3:42
  4. I'm So Cute – 3:09
Lato B
  1. Jones Crusher – 2:49
  2. What Ever Happened to All the Fun in the World – 0:33
  3. Rat Tomago – 5:15
  4. Wait a Minute – 0:33
  5. Bobby Brown Goes Down – 2:49
  6. Rubber Shirt – 2:45 (Zappa, Bozzio, O'Hearn)
  7. The Sheik Yerbouti Tango – 3:56
Lato C
  1. Baby Snakes – 1:50
  2. Tryin' to Grow a Chin – 3:31
  3. City of Tiny Lites – 5:32
  4. Dancin' Fool – 3:43
  5. Jewish Princess – 3:16
Lato D
  1. Wild Love – 4:09
  2. Yo' Mama – 12:36

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Crediti tecnici[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ pag.255 di "Zappa.L'Autobiografia" di Frank Zappa e Peter Occhiogrosso, versione italiana pubblicata da "Arcana Editrice", Seconda Edizione giugno 1995, ISBN 88-7966-063-2.
  2. ^ sito (EN) [1]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Musicisti e testi dell'album sul sito (EN) [2]
  • Recensione dell'album sul sito (EN) [3]
Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock