Shaushtatar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Shaushtatar II (1440 a.C. circa – 1415 a.C.) è stato un re di Mitanni collocabile nel XV secolo a.C..

Shaushtatar saccheggiò la città di Assur, governata allora dal Re Ashur-nadin-ahhe I (1435 a.C.-1420 a.C.), da cui riportò a Washukanni, la sua capitale, le preziose porte, in argento ed oro, del palazzo reale. Queste notizie ci sono note da una fonte posteriore ittita, il trattato tra il sovrano ittita Suppiliuliuma e quello mitannico Shatiwaza. Dopo il saccheggio di Assur l'Assiria pagò un tributo a Mitanni fino al tempo di Assur-uballit I (1365 a.C. - 1330 a.C.). Di tutto ciò non si trova traccia nelle liste reali assire ma è comunque probabile che l'Assiria sia stata governata da una dinastia autoctona alleata di Mitanni. Durante il periodo di vassallaggio in Assur furono costruiti templi dedicati a Sin e Shamash.

Durante il regno di Shaushtatar anche Aleppo, Nuzi ed Arappa furono incorporate nel Mitanni. Prove di ciò provengono dagli scavi del palazzo del Principe della corona di Arappa e da una lettera di Shaushtatar rinvenuta nel palazzo di Shilwe-Teshup. Il sigillo di questa mostra eroi e geni alati, impegnati nella caccia di leoni ed altri animali, ed un sole alato. Un secondo sigillo, attribuito al leggendario Shuttarna I ed usato da Shaushtatar, si presenta in stile prettamente accadico.

La superiorità militare di Mitanni sugli assiri potrebbe essere basata sull'uso del carro da guerra a due ruote che gli hurriti avrebbero appreso dai Marjannu. Un testo sull'allevamento dei cavalli da guerra, scritto da Kikkulli il mitannico è stato ritrovato negli archivi di Hattusa. Comunque l'attribuzione della paternità sull'introduzione, nella Mesopotamia, del carro da guerra leggero è ancora campo di ipotesi aperte.

Shaushtatar potrebbe essere il sovrano di Mitanni che combatté contro l'espansionismo egizio di Thutmose III e lui stesso, o il suo successore, potrebbe essere il re degli hurriti che durante il regno di Amenhotep II riuscì a riconquistare la media valle del fiume Oronte caduta precedentemente sotto il controllo egizio. Amenhotep II dovrebbe aver intrapreso una campagna in Siria intorno al 1425 a.C. senza però raggiungere l'Eufrate.

Predecessore Re di Mitanni Successore
Parsatatar circa 1440 a.C.-1415 a.C. Artatama I

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Università di Cambridge, Storia antica II,1, Il Saggiatore, Milano 1975

storia Portale Storia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di storia