Shattered - Gioco mortale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Shattered - Gioco mortale
Shattered.png
Gerard Butler in una scena del film
Titolo originale Butterfly on a Wheel
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 2007
Durata 90 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere thriller
Regia Mike Barker
Soggetto William Morrissey
Sceneggiatura William Morrissey
Produttore William Vince
William Morrissey
Pierce Brosnan
Produttore esecutivo Beau st. Clair
Dave Valleau
Bruce Davey
Marina Grasic
Casa di produzione Irish Dreamtime
Infinity Features
Distribuzione (Italia) Dall'Angelo Pictures
Fotografia Ashley Rowe
Montaggio Guy Bensley
Bill Sheppard
Effetti speciali Rainmaker Animation
Musiche Robert Duncan
Scenografia Rob Gray
Costumi John Bloomfield
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Shattered - Gioco mortale (Butterfly on a Wheel) è un film del 2007 diretto da Mike Barker.

Conosciuto anche con il titolo di Shattered - Lucida vendetta, è un thriller con protagonisti Pierce Brosnan, Maria Bello e Gerard Butler.

Il titolo originale del film (letteralmente Una farfalla su una ruota) allude a una frase della Epistle to Dr Arbuthnot di Alexander Pope: "Who breaks a butterfly upon a wheel?", "Chi schiaccia una farfalla su una ruota?". La frase è solitamente interpretata come il chiedersi perché qualcuno possa fare uno sforzo enorme per raggiungere qualcosa di minore o nessuna importanza.[1] o per definire una forma di punizione spropositata all'entita' della colpa commessa, traduzione che pare appunto appropriata sulla base della trama del film stesso.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Neil Randall e sua moglie Abby hanno una vita perfetta a Chicago. Vivono il sogno americano insieme alla loro bella figlioletta, Sophie, fino al rapimento improvviso di quest'ultima. Neil e Abby non hanno altra scelta che assecondare le richieste del rapitore, Tom Ryan, un sociopatico freddo e calcolatore, che prende il controllo delle loro vite con la brutale efficienza di chi ha niente da perdere. La vita tranquilla di Neil e Abby viene stravolta in un batter d'occhio. È subito chiaro che le richieste di Ryan sono le più terribili perché non vuole il loro denaro. Quello che vuole è distruggere pezzo per pezzo la vita che Neil e Abby hanno costruito in oltre dieci anni. Mentre il tempo corre contro la loro piccola bimba, Neil e Abby capiscono che l'incubo è solo all'inizio. Nelle successive ventiquattr'ore sono alla mercé di un uomo che vuole una cosa sola: che loro eseguano la sua volontà. Fino a dove si dovranno spingere per salvare la vita di Sophie? Prima devono prelevare denaro dal loro conto, denaro che Tom brucia e getta fuori dal finestrino dell'auto. Poi devono riuscire a farsi dare 300 dollari da qualcuno in città, in una zona dove non conoscono nessuno. Abby impegna un braccialetto e Neil il suo orologio e così ottengono i 300 dollari. Dopo di che gli viene richiesto di consegnare una busta in un certo posto entro venti minuti, ma Tom rivela a Neil che la busta contiene dettagli imbarazzanti sul lavoro di quest'ultimo, e che se verrà recapitata lo porterà in rovina. Il gioco crudele va avanti, tentano di recuperare Sophie dall'hotel dove viene custodita, solo per essere scoperti da Tom che si vendica facendo spogliare Abby di fronte a lui.

Il mistero viene svelato solo nei minuti finali: la moglie di Tom (Judy) è la segretaria di Neil e i due hanno una relazione che Tom ha scoperto. Quel giorno Neil e Judy avrebbero dovuto incontrarsi, inscenando un finto incontro con un superiore. Tom vuole restituire a Neil il dolore che ha dovuto sopportare e sorprendentemente Abby gioca secondo il suo piano. Neil mente a Abby quando stanno tornando a casa dicendole che un collega era l'amante di Judy, Tom ha scambiato Neil con quell'uomo e questa sarebbe la ragione per cui Tom li ha tormentati per tutta la giornata. Abby alla fine rivela tutto a Neil, che in realtà la loro figlia non è stata rapita, che sa della relazione tra Neil e Judy, che ha pianificato tutto assieme a Tom. Anche Abby si è vendicata del dolore che ha dovuto sopportare e ha recitato insieme a Tom.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Pierce Brosnan ha firmato per la parte verso la fine del 2005.[2] Maria Bello e Gerard Butler si sono uniti alla produzione il 19 gennaio 2006.[3]

Le riprese del film sono iniziate nel febbraio 2006 e sono terminate il maggio successivo.[4] Le riprese si sono svolte a Vancouver con gli esterni di Chicago e la produzione si è poi spostata in Inghilterra per la post-produzione.[4] Le riprese si sono svolte anche a Los Angeles.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Anne Thompson, Lionsgate nets U.S. rights to Icon's 'Butterfly', The Hollywood Reporter, 16 febbraio 2007. URL consultato il 23 febbraio 2007.
  2. ^ (EN) Brosnan crushes Butterfly, Empire magazine, 4 ottobre 2005. URL consultato il 24 febbraio 2007.
  3. ^ (EN) Martha Fischer, Butterfly cast expands, 19 gennaio 2006. URL consultato il 24 febbraio 2007.
  4. ^ a b (EN) Ilona Beiks, Infinity rolls Wheel with Brosnan, Playback magazine, 6 aprile 2006. URL consultato il 24 febbraio 2007.
  5. ^ (EN) Ruth L. Ratny, Five L.A. productions break production dry spell, 27 marzo 2006. URL consultato il 24 febbraio 2007.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema