Shakuntala Devi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Shakuntala Devi, nota come "il computer umano"[1][2][3][4][5] (Bangalore, 4 novembre 1929Bangalore, 21 aprile 2013), è stata una bambina prodigio famosa per le sue capacità di calcolo mentale.

Il suo talento le ha permesso di entrare nel Guinness dei Primati nel 1982, per aver indovinato in soli 28 secondi il risultato di una moltiplicazione i cui fattori erano composti entrambi da 13 cifre[1][2][3] Come scrittrice, Devi ha scritto numerose opere, fra cui romanzi e saggi su numerologia, giochi matematici e astrologia. Ha inoltre scritto il saggio The World of Homosexuals, testo considerato pioneristico nell'ambito dell'omosessualità in India.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fra le sue opere si possono citare:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Shakuntala Devi strove to simplify maths for students in The Hindu, 21 aprile 2013. URL consultato il 9 luglio 2013.
  2. ^ a b Haresh Pandya, Shakuntala Devi, ‘Human Computer’ Who Bested the Machines, Dies at 83 in The New York Times, 21 aprile 2013. URL consultato il 9 luglio 2013.
  3. ^ a b Obituary: Shakuntala Devi in The Telegraph, 22 aprile 2013. URL consultato il 9 luglio 2013.
  4. ^ Arthur R. Jensen, Speed of information processing in a calculating prodigy in Intelligence, vol. 14, nº 3, University of California, Berkeley, USA, luglio–settembre 1990, pp. 259–274, DOI:10.1016/0160-2896(90)90019-P. URL consultato il 9 luglio 2013.
  5. ^ Obituary: India's 'human computer' Shakuntala Devi in BBC News, 22 aprile 2013. URL consultato il 9 luglio 2013.
  6. ^ Shakuntala Devi, The World of Homosexuals, Vikas Publishing House, 1977, ISBN 978-0-7069-0478-9.
  7. ^ Jeffrey S. Siker, Homosexuality and Religion, Greenwood Publishing Group, 2006, p. 127, ISBN 978-0-313-33088-9.: "In her 1977 book, mathematician Shakuntala Devi interviewed..."