Shabdrung Ngawang Namgyal

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Shabdrung Ngawang Namgyal (15941651) è stato il fondatore del Bhutan.

Discendente da una potente famiglia del Tibet centrale, lasciò la patria d'origine nel 1616 per stabilirsi nell'attuale Bhutan occidentale, nella valle di Thimphu, dove fondò il monastero Cheri. Da qui iniziò il processo di conquista e di unificazione del paese himalayano che si concluse nel 1634 con la Battaglia dei Quattro Lama.

Da allora fissò la sua residenza a Punhaka, che sarebbe rimasta la capitale del Bhutan fino al 1955, quando è stata spostata a Thimphu.

Morì nel 1651 ma i suoi consiglieri tennero nascosta la notizia del decesso per 54 anni, nel timore di nuove guerre civili.

Oltre che l'unificatore del Paese, Shabdrung Ngawang Namgyal è considerato il padre dell'identità culturale bhutanese, derivata da quella tibetana ma da essa diversificatasi a partire dal XVII secolo.

Nel 1627 i primi visitatori europei del Bhutan, i gesuiti portoghesi Estevao Cacella e João Cabral, avevano trovato lo Shabdrung un ospite pietoso ed intelligente, dotato di grande energia e versato nelle arti e nella scrittura.

Controllo di autorità VIAF: 25657403 LCCN: n82043475