Shūgi-bukuro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Un shūgi-bukuro (祝儀袋?) è un particolare gruzzolo di denaro donato ai maritati in Giappone[1], pratica assai comune.

Il donatore inserisce la propria banconota dentro un shūgi-bukuro su cui gli sposi hanno scritto i propri nomi. Lo shūgi-bukuro è maneggiato dal ricettore della Ricezione matrimoniale.

Gli Shūgi-bukuro sono venduti in negozietti di miscellanea o nei supermercati.

Quantità donata[modifica | modifica sorgente]

La quantità di denaro donata ad una coppia dipende dalla relazione sociale tra il donatore e la coppia, i guadagni del donatore e la sua pozione sociale. Tra amici e colleghi si dona all'incirca 20,000¥ e 30 000¥. Nel caso di amici stretti o nel caso del padre della sposa, è comune la quantità dai 30 000¥ ai ¥50 000¥ e, nel caso di parenti stretti, 50 000¥/100 000¥ non è insolito.

Le coppie maritate che partecipano al matrimonio doneranno 50.000¥ congiunti, mentre le coppie ancora non maritate doneranno 30.000¥ a membro[senza fonte]

È comune regalare cifre con numeri finali pari, come 10 000¥ o ¥30 000¥, per simbolizzare la saldatura tra i due maritati. Quando il multiplo della somma è 4, si evita di consegnare il denaro, siccome il numero "4" si pronuncia "shi", come "morte", in giapponese. Di conseguenza, anche i multipli di nove vengono evitati, siccome pronunciare il numero porta sfortuna.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Gordenker, Alice, "Kinpū", Japan Times, 21 June 2011, p. 10.