Shōkaku (portaerei)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Shōkaku
La Shokaku il 23 agosto 1941, pochi giorni dopo l'entrata in servizio
La Shokaku il 23 agosto 1941, pochi giorni dopo l'entrata in servizio
Descrizione generale
Naval Ensign of Japan.svg
Tipo Portaerei
Proprietà Marina imperiale giapponese
Impostata 12 dicembre 1937
Varata 1º giugno 1939
Entrata in servizio 8 agosto 1941
Destino finale Affondata il 19 giugno 1944 dal sottomarino statunitense Cavalla
Caratteristiche generali
Dislocamento 25.270
Stazza lorda 31.599 tsl
Lunghezza 257,5 m
Larghezza 26 m
Pescaggio 8,8 m
Propulsione Turbine Kanpon
119 MW (160.000 hp)
4 eliche
Velocità 34,2 nodi  (63,3 km/h)
Autonomia 9.700 mn a 18 nodi (18.000 km a 33 km/h)
Equipaggio 1.660
Armamento
Armamento alla costruzione:
  • 16 cannoni da 127 mm antiaerei
  • 70 cannoni da 25 mm antiaerei
Mezzi aerei 72+12
18 Zero, 27 Aichi D3A, 27 Nakajima B5N (Dicembre 1941)

[senza fonte]

voci di navi presenti su Wikipedia

La Shōkaku (giapponese: 翔鶴) è stata una portaerei della omonima classe della Marina imperiale giapponese. È famosa insieme alla sorella Zuikaku per aver preso parte ad importanti battaglie della seconda guerra mondiale nel teatro del Pacifico, incluso l'Attacco di Pearl Harbor e la Battaglia del mar dei Coralli.

Vista di profilo e superiore della Shōkaku, messa in proporzione con un aereo

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]