Sfida per la vittoria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sfida per la vittoria
Titolo originale A Shot at Glory
Paese di produzione Stati Uniti, Gran Bretagna
Anno 2000
Durata 114 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico sportivo
Regia Michael Corrente
Sceneggiatura Denis O'Neill
Fotografia Alex Thomson
Montaggio David Ray
Musiche Mark Knopfler
Scenografia Andy Harris
Costumi Trisha Biggar
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Sfida per la vittoria è un film del 2000 diretto da Michael Corrente e interpretato da Robert Duvall.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Gordon Mcleod è l'allenatore del Kilnockie squadra di calcio della seconda divisione del campionato scozzese. Un giorno il presidente del club, gli comunica due notizie: la prima che vorrebbe spostare, per il prossimo anno, la squadra in Irlanda a Dublino, la seconda che è riuscito a convincere l'ex stella del Celtic Glasgow, in forza all'Arsenal, Jackie McQuillan, a trasferirsi dalla Premier League nella seconda divisione scozzese. Le novità non trovano d'accordo McLeod, in quanto priverebbe alla gente del villaggio di Kilnockie della loro squadra, la seconda invece di carattere personale, in quanto McQuillan è il genero, e proprio a causa di questa unione, McLeod ha smesso di parlarsi con la figlia, per il carattere violento ed irascibile sia sui campi di gioco che nella vita del campione.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Ally McCoist è stato per davvero un campione del calcio scozzese, asso dei Rangers Glasgow, con i quali ha giocato per quindici stagioni dal 1983 al 1998, vincendo nove scudetti di fila, collezionando 418 partite realizzando 251 reti, risultando il miglior marcatore di sempre nella storia dei Rangers.
  • Nel film ironicamente è un ex giocatore del Celtic Glasgow e subisce anche un tentativo di aggressione da parte di alcuni tifosi dei Rangers, per i quali, nella realtà, era un idolo.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]