Sette città di Cibola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Le sette città di Cìbola (o sette città d'oro) sono un luogo leggendario situato al di là del mondo conosciuto, dove sette vescovi fondarono sette città d'oro, nelle quali i bisogni materiali erano appagati.

La leggenda ebbe inizio nell'ottavo secolo, quando gli arabi conquistarono la città di Mérida, in Spagna. Da quell'assedio si originò la leggenda che sette vescovi scapparono al di là dell'oceano Atlantico, dove fondarono le mitiche sette città. Le sette città di Cibola furono cercate a lungo da Francisco Vázquez de Coronado nella sua spedizione nel Vicereame della Nuova Spagna nel 1542.

Influenza culturale[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]