Sesto Vario Marcello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Sesto Vario Marcello (latino: Sextus Varius Marcellus; fl. 197-216; ... – ...) fu un politico dell'Impero romano, legato alla dinastia dei Severi, in quanto sposò Giulia Soemia, da cui ebbe l'imperatore Eliogabalo.

L'imperatore Settimio Severo (193-211), cognato della madre di Giulia Soemia, inviò Marcello nella Britannia romana, nel 197, con il compito di aiutare il governatore Virio Lupo a riorganizzare la provincia: Marcello fece le funzioni di procuratore provinciale, raccogliendo le tasse e gestendo le finanze della Britannia, forse sovrintendendo all'incameramento nella res privata dell'imperatore di terre private.

L'imperatore Caracalla (211-217), figlio e successore di Severo, lo nominò prefetto del pretorio al posto di Emilio Papiniano (213-216) e praefectus urbi (tardo 211) in sostituzione di Lucio Fabio Cilone.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • CIL X, 6569, iscrizione di Velletri con la carriera di Marcello
  • Birley, Anthony Richard, The Roman Government of Britain, Oxford University Press, 2005, ISBN 0-19-925237-8, p. 313-314.
  • Potter, David Stone, The Roman Empire at Bay: Ad 180-395, Routledge, 2004, ISBN 0-415-10057-7, p. 135.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Libro digitalizzato del Museo Vaticano con scioglimento e spiegazioni sull'epigrafe CIL,X,6569