Sessione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In informatica e telecomunicazioni, il termine sessione indica:[1]

  • il colloquio tra utente ed elaboratore su un determinato argomento, tipicamente un'applicazione software;
  • l'attività svolta tra due S_entità per trasferire dati in entrambi i sensi per tutta la durata del collegamento ovvero compreso all'interno del tempo di connessione tra le entità stesse.

Con il suo significato di base il termine è entrato in questi ambiti intorno agli anni settanta. Si parla di livello di sessione nel caso si parli di modello OSI.

Funzionamento[modifica | modifica sorgente]

Il ciclo di sessione comprende tre fasi:

  • Avvio o apertura: Si avvia uno scambio di informazioni tra l'utente (od anche il client) che intende avvalersi di un servizio e il server che sovraintende tale servizio. La procedura più nota e comune è quella di login. Il server prepara e memorizza un pacchetto di informazioni permanenti che diventeranno i parametri di sessione e, per l'utente, i suoi dati di lavoro per tutta la sessione. (solitamente i dati preparati dal server vengono inseriti nei cookie, che a loro volta vengono scaricati dai web Browser e sfruttati per mantenere la sessione del servizio attivo, senza dover ogni volta reinserire i dati manualmente. )
  • Lavoro in sessione: Il colloquio prosegue, sempre con lo scambio delle informazioni di sessione. Le tipiche applicazioni per il web prevedono spesso che nell'arco della sessione parte di queste informazioni possano essere variate o aggiunte di nuove.
  • Chiusura: Su richiesta dell'utente o del client il server cancella le informazioni di sessione. In assenza di una specifica richiesta, nella gran parte delle applicazioni è prevista la chiusura o fine automatica di sessione, dopo un certo tempo in cui l'utente/client non invia alcun messaggio.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) What is session?, techtarget.com. URL consultato il 14-5-2012.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]