Servizi del traffico aereo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

I servizi di traffico aereo (air traffic services), o ATS, sono servizi erogati al traffico aereo da un fornitore di servizi di navigazione aerea o ANSP (air navigation service provider) per la sicurezza e la regolarità del traffico aereo. Ai sensi dell'art. 691 del Codice della navigazione e della regolamentazione internazionale [1][2] fanno parte dei servizi di navigazione aerea. In Italia sono forniti da ENAV, dall'Aeronautica Militare e su alcuni aeroporti non controllati, ma presso cui è fornito il servizio informazioni volo aeroportuale, da alcuni ANSPS appositamente designati dall'Ente nazionale per l'aviazione civile.

I servizi di traffico aereo sono:

Obiettivi[modifica | modifica wikitesto]

Gli obiettivi dei servizi del traffico aereo sono:

  • prevenire le collisioni fra aeromobili
  • prevenire le collisioni fra aeromobili sull'area di manovra ed ostacoli presenti sulla stessa
  • accelerare e mantenere un ordinato flusso del traffico aereo
  • fornire consigli ed informazioni utili per la sicura ed efficiente condotta dei voli
  • notificare agli appropriati Enti notizie, circa gli aeromobili che necessitano di ricerca e soccorso ed assistere tali enti come necessario.

Tra gli obiettivi, non viene incluso quello di prevenire le collisioni col terreno, in quanto le procedure stabilite non esimono i piloti dalla responsabilità di assicurarsi che qualsiasiautorizzazione emessa dagli Enti di Controllo del traffico aereo sia sicura. Uniche due eccezioni: il secondo obiettivo dei servizi ATS e durante il vettoramento radar di un volo IFR.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Regolamento (CE) n. 549/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio del 10-3-2004
  2. ^ Doc 9161 - Manual on Air Navigation Services Economics, ICAO, IV edizione, 2007
Aviazione Portale Aviazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Aviazione