Serendipity - Quando l'amore è magia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Serendipity (film))
Serendipity - Quando l'amore è magia
Serendipity.jpg
Titolo originale Serendipity
Paese di produzione USA
Anno 2001
Durata 90 minuti
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1,85:1
Genere commedia, romantico
Regia Peter Chelsom
Sceneggiatura Marc Klein
Produttore Simon Fields, Robert Levy
Fotografia John de Borman
Montaggio Christopher Greenbury
Musiche Alan Silvestri
Scenografia Caroline Hanania
Costumi Mary Claire Hannan
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Serendipity - Quando l'amore è magia (Serendipity) è un film statunitense del 2001 diretto da Peter Chelsom, scritto da Marc Klein, con protagonisti Kate Beckinsale e John Cusack.

La trama del film è una delle tante dimostrazioni della Serendipità, intesa come lo scoprire una cosa non cercata e imprevista mentre se ne sta cercando un'altra.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

New York, periodo natalizio. In un'indaffarata giornata di shopping invernale, Jonathan Trager incontra Sara Thomas quando entrambi cercano di comprare lo stesso paio di guanti nel reparto accessori di Bloomingdale's. Lui vuole regalarli alla fidanzata, lei vuole tenerseli. I due, percependo una mutua attrazione, trascorrono le ore successive chiacchierando nella caffetteria Serendipity e pattinando sul ghiaccio a Central Park. Alla fine della serata, Jonathan le suggerisce di scambiarsi i numeri telefonici, ma Sara rifiuta, proponendo che sia il fato e il destino a guidare il loro futuro. Se loro sono destinati a stare insieme, gli dice, troveranno il modo di rientrare l'uno nella vita dell'altra. Entrambi scrivono il nome e numero su un oggetto: lui su una banconota da cinque dollari (che viene subito spesa), e lei su una copia de L'amore ai tempi del colera (che il giorno dopo andrà a rivendere). Se entrambi rientreranno in possesso di questi, vorrà dire che il destino li sta spingendo. Fanno anche un'ulteriore prova, prendendo entrambi un ascensore diverso al Waldorf Astoria e guardando se entrambi premono lo stesso numero di piano. Entrambi premono il 23, ma Jonathan ha un contrattempo e giunge troppo tardi a quel piano. Sara se n'è già andata, lasciandogli però un guanto. Ora entrambi ne hanno solo uno.

È passato qualche anno da allora (circa sei). Jonathan sta festeggiando i preparativi per il suo matrimonio con Halley, le rispettive famiglie, il miglior amico Dean e relativa fidanzata. Ogni volta che passa davanti ad un mercatino cerca sempre però quel libro, ed inizia a percepire coincidenze, strane coincidenze (come molte persone che incontra chiamate Sara) come dei segni del destino. Nel frattempo anche Sara è in procinto di sposarsi, con il musicista New Age Lars. Lui è molto preso dalla prossima tournée, e anche Sara, forse trascurata, inizia a sentire il fato spingerla a pensare a Jonathan.

Quest'ultimo ritrova uno scontrino nel guanto, e corre nel centro commerciale di allora, cercando di rintracciare la sua carta di credito. Aiutato da un cinico e strampalato commesso, e dal fidato Dean, rintraccia il vecchio palazzo dove abitava Sara, e alla fine l'agenzia immobiliare a cui Sara si era rivolta per cambiare casa. L'attività si è spostata, ma nonostante conosca il nuovo indirizzo per continuare la ricerca, Jonathan rinuncia, poiché si ritrova di fronte ad un negozio di abiti da sposa. Secondo lui è un segno del destino, che gli impone di fermarsi e tornare a pensare ad Halley. Jonathan continua ad avere però la testa altrove, e durante le prove per il matrimonio lei gli regala quel libro, quello che ha sempre cercato. Insieme a Dean corre a casa di Sara a San Francisco: lei non c'è, ma, vedendo dalla finestra la sorella fare l'amore con il fidanzato, la scambia per lei. Amareggiati e sconsolati tornano a New York.

Sara nel frattempo è nella Grande mela. Ha convinto Lars di dover ricaricare le batterie e, regalando un viaggio all'amica Eve, gira per la metropoli nel tentativo di trovarlo. Eve incontra casualmente la sua ex compagna di college Halley al Waldorf Astoria (albergo dove verrà celebrato il matrimonio con Jonathan e dove Sara pernotta con l'amica), le due vengono invitate al matrimonio al quale però solo Eve accetta. Sara, raggiunta da Lars amareggiato per averla trascurata, decide di troncare la relazione: tutti questi segni lanciati dal destino le hanno fatto capire di non essere più innamorata di lui tanto da sposarlo. Sara è pronta a tornare a casa, ma sull'aereo vede una persona maneggiare proprio la banconota con l'indirizzo di Jonathan. Rinuncia al volo e rintraccia il suo appartamento, ma scopre che lui non c'è, poiché è il futuro marito dell'amica di Eve. Corre disperata al matrimonio al Waldorf Astoria, ma la cerimonia è stata annullata.

Jonathan è steso sulla stessa pista di pattinaggio di tanti anni prima, fissa le stelle tenendo vicino il guanto. All'improvviso si vede lanciare l'altro, e si ritrova accanto Sara, arrivata lì per aver dimenticato la giacca su una panchina.

Dopo un anno festeggiano il loro anniversario brindando da Bloomingdale's nel reparto accessori tra guanti e sciarpe.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

DVD[modifica | modifica wikitesto]

L'edizione in DVD della pellicola, chiamata Serendipity - Quando l'amore è magia, è stata pubblicata il 26 giugno 2002, con le seguenti caratteristiche:

  • Audio in Italiano e Inglese (Dolby Digital 5.1)
  • Sottotitoli in Italiano e Inglese
  • Commento audio del regista
  • Photogallery
  • Scene eliminate
  • Confronto tra storyboard e film
  • Trailer cinematografico
  • Dietro le quinte
  • Diario del regista

Scene eliminate[modifica | modifica wikitesto]

Tra i contenuti speciali presenti nel DVD vi è la scena, successivamente eliminata dal film, in cui Sara spiega all'amica, appena giunte all'aeroporto, il perché della sua confusione sul suo amore per Lars. Le parla del quadro Desnudos en la Playa, di Jose Togores, in cui un donna fissa negli occhi un uomo, il quale guarda nel vuoto. Sara si paragona a quell'uomo, chiedendosi se ami veramente Lars.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Riferimenti alla realtà[modifica | modifica wikitesto]

  • Il film prende il nome da "Serendipity 3 ", un ristorante realmente esistente (nel film i due personaggi principali vi si recano durante il loro primo incontro), tra l'altro il ristorante rimane proprio nella prima traversa su Lexington Avenue dove è presente il magazzino Bloomingdale's, dove i due si incontrano per la prima volta, e a poche centinaia di metri dalla pista del ghiaccio di Central park dove vanno subito dopo a pattinare.
  • In verità però "Serendipity 3" non si trova sulla 68esima strada, come viene detto nel film, ma sulla 60esima.
  • Quando Jonathan e Sara parlano delle costellazioni guardando il cielo di Manhattan, queste sono impossibili da vedere ad occhio nudo, a New York.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema