Seminario vescovile di Vicenza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Seminario vescovile (Vicenza))
Curly Brackets.svg
Il Seminario vescovile, costruito nella prima metà dell'Ottocento
Il Seminario minore

Il Seminario vescovile è l'istituzione della diocesi di Vicenza in cui vengono formati i futuri presbiteri per il servizio della stessa diocesi è suddiviso in due entità, il Seminario minore e il Seminario maggiore.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il primo seminario vescovile fu fondato nel 1566 e si trovava in via San Francesco Vecchio.
L'attuale, voluto dal vescovo Giovanni Giuseppe Cappellari in sostituzione del precedente venne inaugurato il 4 novembre 1854.
Il 4 settembre 1842 il vescovo Giovanni Giuseppe Cappellari, presenti l'ingegnere architetto Francesco Lazzari, i professori e altre personalità, benediceva la prima pietra del nuovo seminario.
Sulla pietra stava scolpita la seguente iscrizione dettata dal professor del Seminario Don Giovanni Facci:

« NOVI - ECCL. - VICENTINAE - CLERICORUM - SEMINARII - PRIMUS - HIC - LAPIS

SOLENINIBUS CEREMONIIS - POSITUS - EST, PRIDIE - NONAS SPETEMBRIS A. D. MDCCCXLII, A. - JOANNE JOSEPHO - CAPPELLARI EPISCOPO - MUNIFICENTISSIMO QUI - FUNDUM - IPSUM - AERE - SUO EMPTUM DONAIT »

A causa della prima guerra di indipendenza la costruzione subisce dei rallentamenti nel 1848 e poi ancora nel 1849 a causa del colera che colpisce la città. I lavori riprendono e vengono portati a termine nell'estate del 1854.

Nel primo decennio di vita fu spesso utilizzato dalle truppe austriache nel 1859 e dal 1860 al 1863. Fino al 1864 il rettore fu mons. Antonio Graziani.

Dagli anni sessanta la teologia è passata nel nuovo edificio denominato seminario maggiore.

Seminario Maggiore[modifica | modifica sorgente]

Negli anni sessanta per rispondere all'esigenza di nuovi spazi viene aperto il seminario maggiore voluto dal vescovo Zinato. Vengono formati i giovani che passano dal seminario minore o direttamente dall'esterno per effettuare il percorso che li porterà all'ordinazione presbiterale.

Nel seminario maggiore è presente inoltre la Comunità il Mandorlo.

Biblioteca[modifica | modifica sorgente]

Biblioteca del Seminario vescovile
Indirizzo Borgo S. Lucia, 4336100 Vicenza
Tipo Pubblica (accessibile su richiesta)
Sito Pagina sul sito della diocesi

Fondata dal cardinale Antonio Maria Priuli vescovo di Vicenza dal 1738 al 1767, accresciuta con le donazioni dei vescovi Alvise Maria Gabrielli e Marco Zaguri. Sistemata nel 1830 per ordine del vescovo Giuseppe Maria Peruzzi, su scaffali del 1700, appartenuti alla libreria del doge di Venezia Marco Foscarini, fu trasferita nel 1857 nei locali del seminario minore appositamente costruiti.

Ha prevalente carattere teologico, storico e letterario. Appartenente al Seminario vescovile, vi possono accedere gli studiosi che lo richiedano, dal 1974 vi è custodita la Biblioteca capitolare di Vicenza.

Dal 2004 è in compilazione il catalogo elettronico, il quale conta attualmente 140.000 schede consultabili in rete.

Materiale[modifica | modifica sorgente]

Nella biblioteca si trovano:

  • 600 manoscritti
  • 180.000 volumi
  • 44 incunaboli
  • 1.621 cinquecentine

Museo[modifica | modifica sorgente]

Il Museo storico scientifico naturalistico del Seminario vescovile, situato presso il Sreminario maggiore in Borgo S. Lucia, 43, è aperto durante l’anno scolastico (gennaio – giugno; settembre – dicembre) su prenotazione.

Persone legate al seminario[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Caliaro L., La biblioteca del Seminario Vescovile di Vicenza, Vicenza 1926
  • Apollonj E e Arcamone G. Le biblioteche d'Italia fuori Roma, tomo I parte II, Roma 1937, p. 177

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]