Seminario arcivescovile di Brindisi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il palazzo arcivescovile di Brindisi in piazza Duomo

Il seminario arcivescovile è un importante edificio di Brindisi.

Il palazzo rappresenta il più alto esempio di Barocco nella città salentina e si trova in piazza Duomo. Fu realizzato utilizzando per le decorazione parte dei materiali della basilica di San Leucio, come i marmi bianchi e le porte della facciata.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il palazzo fu voluto all’arcivescovo Paolo de Villana Perlas e realizzato dall'architetto leccese Mauro Manieri. Fu terminato nel 1720, come riportato sull'ingresso ma il terremoto del 1743 probabilmente danneggiò parzialmente la facciata.

Architettura[modifica | modifica wikitesto]

La facciata del palazzo sembra richiamare lo stile del palazzo dell’oratorio dei Filippini e il collegio di Propaganda Fidei di Roma. Sulla facciata si contano ben otto statue ornamentali che raffigurano: la matematica, l’oratoria, l’etica, la teologia, la filosofia, la giurisprudenza, la poetica e l’armonia.

All’interno è presente una pregevole cappella.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]