Seljuk

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Seljuk, anche Seldjuk, Seldjuq, Seljuq (Selçuk in Lingua turca; سلجوق in Lingua araba; ... – 1038), fu il capostipite dei Turchi Selgiuchidi. Seljuk era uno dei Bey ("signori") dei turchi Kınık, una delle nove tribù che formavano la confederazione turca degli Oghuz. Era figlio del capo Duqaq Timuryaligh (Duqaq "dall'arco di ferro").

Intorno al 985, a causa di una lite con il suo signore, lo yabġu degli Oghuz, sübašı Seljuk e la sua gente si allontanarono dall'area controllata dagli Oghuz, compresa tra il Mar Caspio ed il Lago d'Aral, e si stanziarono presso la riva destra del fiume Syr Darya, in prossimità dell'attuale città di Qyzylorda (Kazakistan), ove incontrarono dei missionari musulmani che diffusero l'Islam tra le loro genti.

L’onomastica chiaramente desunta dalla Bibbia dei quattro figli di Seljuk lascia comunque supporre che Seljuk abbia avuto contatti con la comunità ebraica di Khazan o con esponenti del Nestorianesimo e non solo con missionari musulmani.

Note[modifica | modifica wikitesto]


Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Kevin Alan Brook, The Jews of Khazaria, 2. ed., Rowman & Littlefield Publishers, 2006.
  • Douglas M. Dunlop, The Dark Ages: Jews in Christian Europe, 711-1096, 1966.
  • Carter Vaughn Findley, The Turks in World History, Oxford, 2005.
  • Rene Grousset, The Empire of the Steppes, Rutgers University Press, 1970.
  • Tamara Talbot Rice, The Seljuks in Asia Minor, Londra, 1961.
Predecessore Sultano selgiuchide Successore
... ... - 1038 Toghrul Beg