Selfie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Selfie (disambigua).

Il selfie, termine derivato dalla lingua inglese, è una forma di autoritratto fotografico realizzata principalmente attraverso una fotocamera digitale compatta, uno smartphone, un tablet o una webcam puntati verso sé stessi o verso uno specchio. La funzione tipica è la condivisione dell'immagine sui social network[1].

Proprio questa dimensione social e l'assenza di peculiarità o intenzioni artistiche, distinguono il selfie dal tradizionale autoritratto fotografico[2].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Autoritratto, Autoritratto (fotografia) e Storia della fotografia.
Selfie di un macaco impadronitosi di una apparecchiatura fotografica

Il primo uso del termine selfie avvenne nel forum australiano ABC Online il 13 settembre 2002[senza fonte].

La nascita e la diffusione a partire dai primi anni duemila di piattaforme quali MySpace, Facebook e Instagram, e l'introduzione nel 2010 della telecamera frontale nell'iPhone 4 hanno reso il fenomeno particolarmente popolare[3].

Nell'agosto 2013 il termine venne definito dall'Oxford English Dictionary come «Una fotografia di sé stessi, tipicamente ripresa con uno smartphone o una webcam e caricata su un social network»[1]. Nello stesso anno, con il patrocinio del Museum of Modern Art, si è tenuta a New York la mostra Art in Translation: Selfie, The 20/20 Experience, nella quale i visitatori hanno potuto usufruire di una fotocamera digitale per fotografare sé stessi in un grande specchio[4].

Nell'autunno del 2014, con l'inserimento nel vocabolario Zingarelli, il vocabolo entrò a far parte della lingua italiana[5][6].

Modalità esecutive[modifica | modifica wikitesto]

Le immagini sono scattate sia con la fotocamera tenuta a braccio teso, sfruttando la focale grandangolare tipica degli smartphone, sia utilizzando uno specchio. A volte vengono utilizzati accessori con appositi supporti per reggere la fotocamera, come treppiedi appoggiati a terra o bacchette porta-telefono da tenere in mano[7].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Selfie in oxforddictionaries.com. URL consultato l'11 dicembre 2014.
  2. ^ Maria Paola Sevieri, L'artista ed il suo doppio: l'autoritratto in academia.edu, p. 1. URL consultato l'11 settembre 2014.
  3. ^ (EN) Kate Loose, The retourn of the selfie in The New Yorker, 31 maggio 2013. URL consultato l'11 dicembre 2014.
  4. ^ (EN) Beyoncé Knowles, Innovative mirror art gallery from Gallatin alum to be displayed in nyunews.com, 1 aprile 2013. URL consultato l'11 dicembre 2014.
  5. ^ Paolo Petroni, Il selfie conquista lo Zingarelli, è parola dell'anno in ansa.it, 28 ottobre 2014. URL consultato l'11 dicembre 2014.
  6. ^ Nello Zingarelli arriva il "selfie" in lastampa.it. URL consultato l'11 dicembre 2014.
  7. ^ Alessio Lana, 5 gadget per l'autoscatto perfetto in gadget.wired.it, Edizioni Condé Nast S.p.A, 16 settembre 2013. URL consultato l'11 dicembre 2014.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]