Seiko Matsuda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Seiko Matsuda
Nazionalità Giappone Giappone
Genere J-pop
Periodo di attività 1980 – in attività
Album pubblicati 45
Sito web

Seiko Matsuda (松田 聖子 Matsuda Seiko?), nata Noriko Kamachi (蒲池 法子 Kamachi Noriko?) (Kurume, 10 marzo 1962) è una cantante giapponese. Grazie alla sua popolarità durante gli anni ottanta e la sua lunga carriera, è stata soprannominata dai media giapponesi "idol eterna".[1][2]

Debutta nel 1980 con il singolo Hadashi no Kisetsu, e nel corso dello stesso anno, Kaze wa Aki-iro diventa il primo dei ventiquattro singoli consecutivi ad arrivare alla prima posizione della classifica giapponese, battendo il precedente record di nove singoli consecutivi del popolare duo Pink Lady. La sequenze di singoli al numero uno terminò con il ventisettesimo singolo Precious Heart, che si fermò alla seconda posizione, non riuscendo a battere Gravity of Love di Tetsuya Komuro. Successivamente Matsuda riuscì ad ottenere un ulteriore singolo al primo posto Anata ni Aitakute ~Missing You~, nel 1996, che fu certificato per aver superato un milione di copie vendute dalla RIAJ.[3]

Matsuda mantenne il record del maggior numero di singoli al numero uno (25) ed il maggior numero di singoli consecutivi al numero uno (24) in Giappone per dodici anni dal 1988 al 2000. Entrambi i record furono sorpassati dal gruppo B'z a fine 2000. Le rimasero entrambi i record della cantante donna con maggior numero di singoli al numero uno, ma anche questo fu superato nel 2006 da Ayumi Hamasaki.[4]

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (JA) 日本のシンガーTOP30 - 第7位, HMV Japan, 27 dicembre 2005. URL consultato il 15 dicembre 2008.
  2. ^ (JA) 『眠れる森の美女』を松田聖子が歌う, Barks, 10 settembre 2008. URL consultato il 15 dicembre 2008.
  3. ^ (JA) List of million sellers in 1996, Recording Industry Association of Japan. URL consultato il 15 dicembre 2008.
  4. ^ (JA) 浜崎あゆみ、シングル25作連続首位で歴代単独1位 松田聖子の記録22年ぶり更新, Oricon, 5 ottobre 2010. URL consultato il 4 ottobre 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 68024979 LCCN: n88173175