Seijun Suzuki

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Ritratto di Seijun Suzuki

Seijun Suzuki (鈴木 清順 Suzuki Seijun?), vero nome Seitaro Suzuki (鈴木 清太郎 Suzuki Seitarō?), (Nihonbashi, Tokyo, 24 maggio 1923) è un regista giapponese.

Tra il 1956 e il 1967 ha realizzato circa 40 film (principalmente B-movie di genere yakuza) per la casa di produzione Nikkatsu. Durante questi anni il suo stile si è fatto sempre più surreale e "artistico", il che ha provocato le ire della produzione, la quale è arrivata a licenziare il regista in seguito alla realizzazione di La farfalla sul mirino (Koroshi no rakuin, 1967), che è diventato il suo film più famoso. Per 10 anni Suzuki ha potuto lavorare solo per la televisione.

Ha ricominciato a dirigere film per il cinema con Storia di dolore e tristezza (Hishu monogatari, 1977). Negli anni successivi ha diretto la “trilogia dell’era Taishô”, composta da Tsuigoineruwaizen, (1980), Il teatro delle illusioni (Kagerô-za, 1981) e Yumeji (1991). Insieme a Shigetsugu Yoshida ha co-diretto Lupin III - La leggenda dell'oro di Babilonia (Rupan Sansei - Babiron no Oogon Densetsu, 1985), il terzo lungometraggio d'animazione della serie di Lupin III. I suoi ultimi due film, Pistol Opera (Pisutoru opera, 2001) e Princess Raccoon (Operetta Tanuki Goten, 2005) sono stati entrambi presentati alla mostra del cinema di Venezia.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 112091182